Martedì 30 Marzo 2010

Frutta fresca a scuola
per la merenda del mattino

CASNATE CON BERNATE La merenda delle 10 alla scuola elementare di Casnate con Bernate, da qualche settimana, è a base di frutta fresca fornita dall'Unione europea. La frutta a metà mattina alla primaria Alessandro Volta, per la verità, è una pratica in essere ormai da qualche anno, ma la materia prima è generalmente fornita dal fruttivendolo del paese, e le famiglie pagano una piccola quota a copertura delle spese di questo servizio. La frutta della Comunità europea, invece, è gratuita. Il progetto “Frutta nelle scuole” coinvolgerà, durante l'anno in corso, circa 135mila alunni delle scuole primarie della Lombardia, ed è finanziato sia a livello europeo, sia nazionale. Promosso dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali in collaborazione con il MIUR, il Ministero della Salute e le Regioni, prevede la consegna di frutta fresca già tagliata a pezzi e confezionata in monoporzioni sigillate da 150 g. Durante l'intero periodo di fornitura, ogni alunno riceverà 20 porzioni di vari tipi di frutta: dalle mele tagliate a fettine alle mele intere, dalle fragole alle arance, con una giornata dedicata al kiwi. “Tutto è nato circa due anni fa – spiega la maestra Natalja Colombo – da un ritaglio del quotidiano La Provincia che riferiva della possibilità, per le scuole, di iscriversi al programma di consegna gratuita della frutta. Noi della scuola di Casnate con Bernate abbiamo immediatamente contattato il ministero per dare la nostra disponibilità a prendere parte al progetto. Per circa due anni non abbiamo avuto notizie e, sinceramente, non speravamo più di essere sorteggiati fra le scuole destinatarie della fornitura. Due mesi fa, invece, abbiamo ricevuto comunicazione che facevamo parte degli “eletti”. Così, da qualche settimana, i bambini della scuola elementare Alessandro Volta, fanno merenda con frutta che arriva da alcune zone del Sud Tirolo. Biologica, con marchio IGP, proveniente da coltivazione integrata e, soprattutto, come detto, gratuita per tutti". La consegna dei prodotti, per garantirne la freschezza, avviene ogni tre, quattro giorni e fino al momento della consumazione, le porzioni vengono conservate nella cella frigorifera della scuola materna che già si occupa della preparazione dei pasti per la mensa.

f.angelini

© riproduzione riservata