Giovedì 01 Aprile 2010

Stroncato a 53 anni
da un malore al bar

EUPILIO Stroncato da malore al bar a 53 anni mentre si trovava con gli amici. Ha destato un comprensibile stupore la morte di Giuseppe Maffei, di Canzo, che si è accasciato all'interno del bar "Da Fabio" (l'ex Pink Panther") in via Torti a Eupilio ed è poi deceduto. Da quanto è stato possibile ricostruire, l'uomo era un cardiopatico noto, aveva subito due "by pass" coronarici e portava un pacemaker: la settimana scorsa era ancora ricoverato in ospedale per questo genere di problemi. Per questi motivi, il fatto che mezz'ora prima del malore avesse avuto una discussione per futili motivi con un cittadino di nazionalità marocchina di 45 anni, ha reso necessario anche l'intervento dei carabinieri della caserma di Erba.
I militari hanno sentito tutte le persone informate sui fatti, sia gli amici di Giuseppe Maffei, sia il marocchino coinvolto nel diverbio (un litigio senza contatto fisico) e hanno escluso che ci fosse connessione diretta fra i due fatti. Per questo motivo nessuno è stato indagato come indiziato di reato. Per fugare qualsiasi dubbio sulla natura del decesso, il pm di turno in procura ha ordinato che sul corpo dell'uomo venisse effettuata l'autopsia: l'esame ha confermato che a causare il decesso fosse stato un infarto. Il pm ha quindi potuto dare il nulla osta per i funerali dell'uomo che verranno celebrati in questi giorni.
Il malore fatale si è verificato sabato sera nel bar che si trova sulla strada che da Eupilio porta verso il Cornizzolo. Sul posto era intervenuto un mezzo del 118 ma, probabilmente anche a causa dello stato di salute generale di Maffei, le pratiche rianimatorie non sono purtroppo bastate a salvarlo.

f.angelini

© riproduzione riservata