Domenica 18 Aprile 2010

Erba città in ristrutturazione
Al via una serie di progetti

ERBA - La prossima seduta del consiglio comunale - in programma martedì sera - inaugurerà una stagione di grandi manovre urbanistiche sulla città di Erba. In prossimità di scadenze importanti come l'adozione e l'approvazione del piano di governo del territorio Marcella Tili e la sua giunta hanno deciso di dare corso a tutte le pratiche già in itinere.
«In questo modo – ha spiegato il sindaco - gli uffici tecnici potranno poi concentrarsi completamente sul Pgt».
Lo strumento urbanistico generale dovrebbe tra l'altro approdare a breve in consiglio comunale per il primo parere.
Ma la scelta è strategica anche sul piano economico. Il comune raccoglierà proventi derivanti dai permessi per costruire e sotto forma di opere pubbliche pattuite con il privato.
«Lo interpreto come un primo segnale di ripresa – ha commentato Marcella Tili – l'edilizia è un volano economico importante e l'amministrazione intende favorire la rimessa in moto del settore».
Nella riunione di martedì, il consiglio comunale sarà chiamato a valutare diversi progetti di realizzazione. Si tratta di due piani attuativi importanti che dovrebbero ottenere la definitiva approvazione e una serie di progetti sparsi a macchia di leopardo per la città. Questi ultimi, vengono sottoposti al primo passaggio amministrativo di adozione. L'intervento sull'area ex Sprefico in approvazione la sera di martedì porterà una nuova rotonda su via Marconi e la sistemazione del ponte sul Lambro. Opere pubbliche, del valore di circa un milione e 300 mila euro. In parallelo l'impresa costruirà tre palazzine sull'area industriale dismessa, il cui 10 per cento sarà destinato ad edilizia convenzionata.
Se tutto va bene, otterrà la sua definitiva approvazione anche il progetto della nuova sede di culto dell'ente morale “Assemblea di Dio”. La comunità evangelica erbese intende restaurare uno stabile in località Sassonia.
Farà il suo primo ingresso in consiglio il progetto per l'abbattimento di due caseggiati fra via Diaz e via don Orione, in prossimità del Cinema Excelsior. In questo caso l'impresa Mauri ricostruirà un unico edificio residenziale con una volumetria da 3.225 metri cubi.

m.schiani

© riproduzione riservata