Sabato 01 Maggio 2010

Nelle scuole di Erba
"salta il tetto di stranieri

ERBA - Anche le scuole di Erba sono toccate dal provvedimento di deroga dal tetto massimo del 30 per cento di alunni stranieri nelle classi. Il distretto scolastico - che ha la sua sede centrale nella scuola elementare di via Battisti - è uno dei tre in provincia di Como che hanno ottenuto la deroga dal dirigente regionale.
Significa che a Erba nelle singole classi ci potrà essere anche più del 30 per cento di bambini stranieri.
A parlare per prima di classi per stranieri e soglie massime nei suoi programmi elettorali era stata la Lega Nord. Il governo ha poi fatto proprie alcune delle proposte all'interno della riforma Gelmini, tra cui appunto, un più stretto controllo nella formazione delle classi in base al grado di comprensione della lingua. Nel caso comasco la richiesta di presentazione dei dati,  è arrivato direttamente dalla direzione regionale didattica.
La scuola ha quindi presentato i dati numerici richiesti e ottenuto la deroga. La presenza di bambini stranieri nelle singole classi potrà superare la soglia del 30 per cento.
Nel suo complesso quella erbese è già una scuola multietnica e integrata e in molte classi lo sforamento del tetto massimo del 30 per cento è già una realtà. In tutto su 880 bimbi frequentanti la fascia primaria e secondaria il 15 per cento sono di origine straniera (percentuale che, appunto, sale in alcune classi). Si tratta di bambini per la stragrande maggioranza nati nel nostro paese e quindi con un grado di conoscenza della lingua pressoché pari ai bambini italiani.

m.schiani

© riproduzione riservata