Lunedì 03 Maggio 2010

Cantù, i parcheggi blu
incassano 435 mila euro

CANTU' - Quasi mezzo milione di euro in parcheggi blu: per la precisione, 435mila e 822. E' questo l'introito complessivo generato dai biglietti della sosta a tempo. Ovvero, la somma di tutte le monetine versate dagli automobilisti nei parcometri pubblici di Canturina Servizi. Rispetto all'anno precedente, il «jackpot» - perché anche grazie agli oboli si reinveste sul territorio - è cresciuto del 19,6%. Segnale di come i canturini siano più propensi a pagare il posteggio per lasciare l'auto vicino a negozi, uffici e servizi di vario genere. Anche se sembrano preferire - o, forse, riescono a trovare con maggiore facilità - i posteggi appena fuori dalla zona del centro storico.
I dati, comunicati dall'ufficio stampa di Canturina Servizi - l'azienda controllata al 100% dal comune di Cantù - fotografano la situazione al 31 dicembre 2009. Il confronto è con l'anno precedente, il 2008. Ormai due anni fa si contavano 502 parcheggi a pagamento. Vennero ridisegnate piazza degli Alpini e piazza Marconi. Furono eliminate alcune aree, aggiunte nuove zone blu. Dal 2009 - e la situazione sembra destinata a rimanere stabile fino alla fine del 2010, dal momento che non ci sono informazioni su eventuali cambiamenti - i parcheggi sono diventati 564. Il 12% in più. Tolti alcuni posti auto in via dei Pizzi e piazza Parini, la macchia della sosta juke-box si è ampliata verso via Ariberto, via Vergani, via Cattaneo. E, soprattutto, davanti all'ingresso principale dell'ospedale. Anche grazie a una maggiore disponibilità di piazze a pagamento, Canturina ha raccolto, nel 2009, 435mila euro Iva compresa. L'anno prima, il totale era di 354mila e 136 euro. In media, ogni parcheggio rende quindi 772 euro all'anno. Qualcosa come 2 euro e 11 centesimi al giorno, in valore assoluto. Perché nei giorni festivi e tra le 20 di sera e le 8 del mattino il posteggio non si paga.

m.schiani

© riproduzione riservata