Martedì 04 Maggio 2010

''AddaDanza'' 2010
è pronta al debutto

Trezzo sull'Adda - “Adda Danza”, quindicesima edizione: dopo il “tutto esaurito” del 2009, dal 6 al 23 maggio torna il festival che porta sulla scena trezzese alcune tra la maggiori compagni di balletto nazionali e internazionali. Protagonista della rassegna il balletto contemporaneo tra rivisitazioni e nuove letture di celebri pietre miliari dell'arte coreutica, con spettacoli diretti da coreografi affermati e giovani promesse. Il programma del festival è stato presentato giovedì, una data non casuale, perché il 29 aprile è anche la “Giornata mondiale della danza”. «Abbandonate le punte – ha detto l'assessore trezzese alla cultura Italo Mazza – “Adda Danza” ci ha abituati ad apprezzare le acrobatiche figure del balletto contemporaneo, i corpi che proiettano nello spazio difficili evoluzioni, mentre la luce ne esalta le forme». Spettacolo, ricerca e promozione del territorio i capisaldi della rassegna, come ha spiegato Novo Umberto Maerna, assessore alla cultura della Provincia di Milano.




Cornice di “Adda Danza”, la Sala Liberty della centrale idroelettrica Taccani, il «tempio della luce», come l'ha definito Mazza. Costruita ai piedi del promontorio roccioso che ospita il castello visconteo di Trezzo e ininterrottamente attiva dal 1906, la centrale, costruita con la caratteristica pietra “ceppo” è uno degli esempi più noti di arhitettura industriale in stile liberty, che richiama nelle forme la torre che la sovrasta. Da anni è nota al pubblico lombardo come sede di spettacoli e mostre, organizzati grazie alla collaborazione tra comune, Provincia ed Enel. «Lo straordinario risultato dello scorso anno – ha spiegato Fiorenzo Grassi, presidente dell'associazione culturale MilanOltre – dimostra che il pubblico della danza c'è e che ha capito il valore di questo evento, che richiama spettatori da tutte le province lombarde».




Ad aprire la rassegna sarà la compagnia del Balletto di Roma, al suo cinquantesimo compleanno, cui sono dedicate due serate, il 6 e 7 maggio, con l'Otello di Fabrizio Monteverde e il Contemporary tango di Milena Zullo. I biglietti (18 euro intero, 15 ridotto per gli associati alla pro loco di Trezzo, al sistema bibliotecario del vimercatese, Cts, Touring e possessori di Carta giovani) si possono acquistare presso il teatro Elfo Puccini di corso Buenos Aires a Milano, il comune di Trezzo sull'Adda (Ufficio cultura) e anche online, tramite i circuiti “Vivatichet” e “Ticketone”.
Letizia Rossi




 

m.rossin

© riproduzione riservata