Mercoledì 05 Maggio 2010

Sfonda una vetrina
con l'auto rubata

ERBA Alba a dir poco agitata fra la frazione di Carpesino e via Battisti a Erba per un giovane che, dopo aver derubato due automobili, è riuscito a finire con la prima vettura contro un cancello e con la seconda contro la vetrina di un negozio, sfondandola. L'autore della bravata, Carlo Carroccia, 31 anni, è stato arrestato dai carabinieri del nucleo radiomobile di Como che, con i colleghi della stazione di Erba, lo hanno rintracciato e fermato per i furti delle due vetture (stamattina è previsto il processo con rito direttissimo).Martedì, qualche minuto dopo le 4, secondo la ricostruzione dei militari, il giovane aveva rubato la prima vettura, una Fiat Panda ma, guidando in condizioni evidentemente alterate dall'abuso di sostanze (secondo i carabinieri il giovane ha precedenti per droga e alcol), ha perso il controllo dell'automobile, finendo contro il cancello di una casa in frazione Carpesino. Un primo incidente dal quale, oltre ai danni alla vettura e all'ingresso dell'abitazione, il conducente è uscito praticamente illeso.
Non contento di quanto causato, Carroccia si è quindi impossessato di un'altra vettura, una Fiat Punto e con questa seconda automobile ha fatto pochi chilometri, andando a sfondare la vetrina del negozio di ortopedia in via Battisti. Un botto impressionante, che oltre ad aver mandato in frantumi la vetrata, ha svegliato molti residenti in zona, che hanno chiamato il 112.
A Carpesino e in via Battisti sono rimasti i danni da lui prodotti: due auto rubate, una Panda e una Punto, seriamente danneggiate e soprattutto la vetrata del negozio di ortopedia sfondata. Un danno non da poco al quale si devono aggiungere quelli subiti dagli oggetti (protesi) in esposizione e dal cancello dell'abitazione a Carpesino.

f.angelini

© riproduzione riservata