Mercoledì 16 Giugno 2010

Cantù, l'oratorio feriale
finisce anche alla radio

CANTU' Radio oratorio, sia in testa che in coda, ha la sigla del Grest 2010: «Sottosopra, come in cielo così in terra». Ma in trenta minuti, i ragazzi del centro parrocchiale di San Paolo mandano in onda anche molto altro.
Shakira, le riflessioni dei ragazzi, le opinioni sui mondiali in Sudafrica, preghiere, recensioni cinematografiche, interviste ai sacerdoti.
"E...State in Radio" è una novità assoluta.
E' la trasmissione - per la prima volta in onda mercoledì, alle 20.30, sugli 89.600 di Radio Cantù InBlu - interamente realizzata dai ragazzi dell'oratorio di San Paolo, all'interno della comunità pastorale San Vincenzo e in tempo di Grest.
Una ventina di ragazzi di terza media si alterna alla creazione di un programma settimanale, previsto nelle quattro settimane dell'oratorio feriale. «L'idea - spiegano Alice Caruso, Attilio Civiello e Alessandro Bergna, i tre animatori che seguono il progetto - è di far sentire la voce dei ragazzi dell'oratorio. E confrontarci con chi ci ascolta».
La scaletta è piuttosto originale. E alterna il sacro al profano. Dopo la sigla del Grest, si parte subito con la riflessione.
Per la prima puntata, i ragazzi hanno scelto il tema della montagna. Sia in senso fisico - escursioni, sci, rifugi - che spirituale: i sentieri della vita, la bellezza raggiunta con fatica.
Quindi, linea alla regia per "Waka Waka", il tormentone pop di Shakira - canzone ufficiale per l'edizione corrente dei mondiali di calcio - con testo di solidarietà pro Africa.
L'intervista a don Samuele Marelli, di Novedrate, responsabile del servizio ragazzi per la Diocesi.
E ancora musica, con la dance di "I gotta feeling" dei Black Eyed Peas, nella versione club di David Guetta. Nel notiziario, spazio ai commenti sulla recente Italia-Paraguay e il meteo per le gite dell'oratorio. La recensione di Prince of Persia, tratto da un videogioco, uscito al cinema in queste settimane. Nel finale, tutti insieme, si recita il Padre Nostro. E prima della chiusura del programma, la lettera di San Paolo ai Corinzi.

r.foglia

© riproduzione riservata