Giovedì 17 Giugno 2010

Moltrasio, caccia agli evasori
Ossigeno per le casse comunali

MOLTRASIO - Evasori ed elusori vengono identificati. I controlli sull'Ici hanno già dato risultati tanto da indurre l'assessore al bilancio Antonio Saldarini a presentare in consiglio comunale un quadro confortante con un recupero complessivo di imposte di 30 mila euro, solo per l'Ici 20 mila euro, soldi in più che hanno permesso al comune di chiudere il bilancio 2009 con un avanzo di amministrazione di 161 mila euro. Tutti questi soldi verranno utilizzati nel settore degli investimenti per la realizzazione di opere attese dalla cittadinanza.

E' un segnale che in municipio ci si sta dando particolarmente da fare per riuscire finalmente a stanare i più incalliti evasori nel segno di una politica di rigore che da Roma si sta estendendo agli enti locali, comuni compresi.
Per l'azione portata avanti con fermezza, Saldarini ha incassato l'apprezzamento del gruppo di minoranza, manifestato da Maria Tettamanti, così che alla fine il bilancio è stato approvato all'unanimità.
Tettamanti ha voluto richiamare l'attenzione su un intervento attuato dalla precedente amministrazione, riferito ai parcometri, che aveva dato luogo a delle critiche, stemperate con il passare del tempo. «Vedo con una certa soddisfazione che la sosta a pagamento, limitata alla zona a lago, ha dato un introito di 20 mila euro – ha detto la Tettamanti – e non credo che il provvedimento abbia comportato penalizzazioni per i residenti e neppure per il turismo. Anzi, si assiste a una positiva rotazione dei veicoli impedendo che certe macchine abbiano a sostare dalla mattina alla sera sottraendo possibilità di parcheggio in una zona d'eccellenza come quella dell'imbarcadero. La somma raccolta risulta di somma utilità in un momento di ristrettezze economiche, insomma l'introduzione del ticket non ha fatto male a nessuno, ha portato benefici e ha introdotto il principio del corretto utilizzo del suolo pubblico».

Opinione condivisa dalla maggioranza che non ha fatto obiezioni. Infatti, chi ha bisogno di effettuare soste prolungate e non vuol pagare il biglietto, con qualche passo in più, ha facoltà di utilizzare il parcheggio  attiguo al cimitero realizzato qualche anno fa a seguito della convenzione tra comune e società  promotrice delle costruzioni all'interno della proprietà ex Erker.
Buone notizie riguardano il costo del servizio di polizia locale in capo all'unione comuni Lario di Ponente. Da un onere di 66mila euro nel 2010 si dovrebbe scendere a 44 mila grazie alla migliore organizzazione dell'attività degli agenti. Per la statistica, a consuntivo l'ici frutta 470 mila euro e l'addizionale irpef, limitata allo 0,4 per cento dà un gettito di 31.542 euro.
Marco Luppi

s.ferrari

© riproduzione riservata