Giovedì 24 Giugno 2010

Mentana al tg de La 7
"Farò l'artigiano delle notizie"

<Non ho firmato, ma oggi sono qui>. La presenza vale più di una conferma ufficiale: Enrico Mentana sarà il nuovo direttore del Tg La 7, mentre il futuro del comasco Antonello Piroso, attualmente ancora alla guida della testata, rimane un punto interrogativo.
È questa la principale notizia emersa dalla presentazione dei palinsesti autunnali di La 7. Un po' a sorpresa, l'ex conduttore di Matrix, che comunque aveva già annunciato la sua prossima avventura professionale in un lungo editoriale uscito su Vanity Fair, è stato infatti tra i primi volti noti a presentarsi all'evento stampa, mentre Piroso era assente. Il giornalista lariano, come ha confermato Giovanni Stella, vicepresidente di Telecom Italia Media, dovrà decidere nei prossimi giorni se accettare o meno la proposta di proseguire la sua collaborazione con La 7, nel ruolo di responsabile dei programmi speciali. Per lui, però, si parla insistentemente di un futuro a Mediaset. «Speriamo che resti con noi - ha affermato Stella - perché considero Piroso un plus per la nostra rete». E allora perché cambiare la direzione del Tg? «Ogni tanto qualcosa di nuovo ci vuole - ha aggiunto il vicepresidente di Telecom Italia Media - In questi anni, abbiamo raggiunto risultati notevoli. Ora pensiamo che occorra una spinta nuova, fresca».
Una sfida che Mentana si prepara a raccogliere con entusiasmo. «Corono una tentazione vecchia dieci anni - ha rivelato l'ex direttore del Tg 5 -: già allora, infatti, ci fu un incontro tra me, Gad Lerner e Fabio Fazio. Tutti e tre avevamo il sogno del terzo polo, ma, almeno per me, i tempi non erano maturi. Oggi, invece, ho accettato questa nuova avventura, perché voglio tornare a fare il “panettiere” dell'informazione, ovvero a sfornare notizie tutti i giorni, con l'aiuto di una squadra motivata. Farò un telegiornale libero e ci metterò tutta l'umiltà necessaria». La firma sul contratto non rappresenta un problema. «Siamo già d'accordo sugli aspetti economici - ha proseguito Mentana, che ha addirittura rivelato la cifra pattuita (160 mila euro lordi da luglio a fine anno) -, e ora occorre solamente risolvere alcune questioni burocratiche. Nei primi giorni di luglio sarò in redazione». Gli ultimi dettagli dipenderanno anche dalla scelta di Piroso: se quest'ultimo dovesse lasciare La 7, infatti, l'ex conduttore di Matrix potrebbe diventare anche responsabile dei programmi speciali. «Sono stato io a portare Antonello in tv - ha detto a questo proposito Mentana -: spero che resti».
Il neo-direttore del telegiornale affiancherà un team ormai collaudato, che il prossimo autunno accoglierà l'annunciato ritorno di Daria Bignardi al timone de Le invasioni barbariche («Qui mi sento a casa» ha dichiarato la conduttrice), e le conferme di Victoria Cabello, con Victor Victoria, di Gad Lerner, con L'Infedele, di Lilli Gruber, con Otto e mezzo, di Ilaria D'Amico, con Exit e di Valerio Massimo Manfredi, con Impero. Nella programmazione, inoltre, ci sarà tanto sport, con il Campionato Mondiale Superbike e le partite di Rugby della nazionale italiana. Su La7 d, invece, anche dopo l'estate andranno in onda le puntate del The Oprah Winfrey Show, mentre arriverà un nuovo format di cucina, dal titolo Cuochi e fiamme.
E Maurizio Crozza? Il comico sarà il grande assente nel palinsesto autunnale di La 7, ma stavolta, almeno all'apparenza, non ci sono polemiche. «Stiamo lavorando per farlo tornare in video al più presto - ha concluso Stella -: l'idea è quella di preparare qualcosa di nuovo e, per questo, ci vuole tempo».

Marco Castelli

b.faverio

© riproduzione riservata

Tags