Giovedì 01 Luglio 2010

Ennesimo furto al bar:
"Basta, adesso mi armo"

ROVELLO PORRO «Adesso basta, ho deciso di dormire nel mio bar, e sarò anche armato: non ne posso proprio più di subire furti e danneggiamenti e non voglio neppure correre il rischio di dover chiudere per colpa di chi non trova di meglio da fare che continuare a prenderci di mira», è questo l'amaro sfogo di Antonino Nastasi, titolare del Big bar di via Dante Alighieri, dopo il tentato furto avvenuto verso le 4 della mattina di domenica scorsa. Già circa un mese  fa i ladri avevano visitato il bar della stazione, impossessandosi delle macchinette cambia soldi per le slot. «Anche stavolta siamo stati svegliati di colpo alle quattro di mattina dall'allarme, che è suonato appena i ladri hanno cercato di introdursi nel bar - lamenta Nastasi – avevano già arrotolato la saracinesca, come quando si apre una scatola di sardine, abbiamo quindi dovuto tagliarla con il flessibile per poter poi aprire il bar ai clienti. È veramente una situazione esasperante siamo  proprio stanchi di verificare quel che manca e di rimboccarci le maniche per mettere tutto a posto  dopo il passaggio dei ladri, quel  che sta accadendo è assolutamente insostenibile». Da una prima ricostruzione dei fatti, pare che i ladri siano stati stavolta quasi presi sul fatto da una  pattuglia dei carabinieri che stava tenendo d'occhio la zona, i malviventi si sarebbero insomma accorti che  i militari stavano arrivando proprio nel momento in cui avevano avuto ragione della saracinesca del bar. Per evitare di trovarsi faccia a faccia con le forze dell'ordine , non hanno però  potuto far altro che darsela a gambe levate, lasciando sul posto gli arnesi del mestiere.

f.angelini

© riproduzione riservata