Domenica 01 Agosto 2010

Etilometro al ristorante
A Como nessuno sa niente

Prima trasecolano: «L'etilometro? Noi dobbiamo tenere l'etilometro nel locale? Ma è sicura?». Poi ragionano: «Ma chi siamo noi per dire al cliente di fare la prova dell'alcol, ma le pare? Se ha dei dubbi chiama i vigili o la polizia e gliela fanno loro la prova». Alla fine chiedono spiegazioni: «Mah, se è davvero così lo prenderemo. Ma quanto costa un etilometro e chi li paga i boccagli per far soffiare la gente? E chi lo legge il risultato dell'etilometro?».
Mettiamola così, a parte chi l'ha letto sui giornali, i ristoranti non lo sanno che il nuovo decreto della strada prevede la presenza obbligatoria dell'apparecchio per misurare la quantità di alcol nel sangue al ristorante. La maggior parte la considera una nuova grana e i bar con licenza di ristorante si domandano se valga solo per i ristoranti o anche per i bar. Ovunque è la stessa musica, la notizia deve essere ancora metabolizzata visto che nessuno si era ancora posto il problema.
È vero che neanche gli automobilisti vengono avvisati con una lettera quando cambia il codice della strada, ma almeno i ristoratori si aspettavano una comunicazione ufficiale da qualche altra parte.

a.savini

© riproduzione riservata