Giovedì 05 Agosto 2010

Cantù, per la polizia locale
tornerà la sede a Vighizzolo

CANTU' Un secondo vigile di quartiere in arrivo entro la fine dell'anno. E una seconda sede della polizia locale, sede delocalizzata a Vighizzolo. Questi i prossimi obiettivi dell'assessorato alla sicurezza, per concretizzare i quali, però, oltre alle belle intenzioni serve necessariamente il vil denaro. E per questo, non appena sarà aperto – e il fatto che ancora non lo sia qualche pensiero lo dà – il Comune parteciperà al bando regionale in materia di sicurezza che eroga contributi da riservare a questo tipo di interventi.
L'anno passato con questa opportunità il Pirellone è stato tutto sommato generoso con Cantù, destinandogli 43.000 euro che permetteranno subito dopo le vacanze di installare altre tre telecamere nella zona di via Mentana e all'incrocio tra via Baracca e via Montello, nei pressi della tabaccheria già oggetto più volte di diverse rapine nel recente passato.
Lapenna, però, già pensa al prossimo bando del Pirellone: «Vorrei riuscire ad aprire una sede della polizia locale a Vighizzolo – conferma – nei locali di proprietà della parrocchia in piazza Piave». «Se otterremo dei finanziamenti – prosegue – chiaramente tutto sarà più facile. In ogni caso incontreremo il parroco di Vighizzolo per discutere della questione». Una sede che potrebbe fornire una base operativa al vigile di quartiere, oltre che un punto di riferimento per la gente della frazione, dove recarsi per effettuare richieste e segnalazioni.

m.butti

© riproduzione riservata