Giovedì 05 Agosto 2010

Furto sacrilego a Valmorea
Ripulita la chiesa di San Biagio

VALMOREA - Furto sacrilego nella chiesa di San Biagio, a Casanova. I ladri, nel corso dell'altra notte, l'hanno letteralmente spogliata dei suoi preziosi, portando via tutte le tele che custodiva, paramenti sacri, reliquie, busti dei vescovi, candelabri e tappeti.
Uno spettacolo desolante, tipico dei saccheggi, che ricorda quelli portati a termine dai soldati di Napoleone. Un saccheggio di valore difficilmente stimabile, ma sicuramente ingentissimo, in quanto la chiesa conservava tesori e opere d'arte in quanto fino al 1788 era di patronato della nobile famiglia Somigliana. 
Molte delle opere e dei pezzi pregiati asportati dai ladri risalgono sicuramente al Settecento in considerazione del fatto che l'edificio religioso fu costruito nel 1750 e consacrato il 14 luglio 1776 dal vescovo di Como, monsignor Giambattista Mugiasca.
Un vero e proprio saccheggio senza precedenti e di cui non c'è memoria in tempi passati. Anche gli uomini della compagnia carabinieri di Como, che insieme ai militari della stazione di Olgiate Comasco hanno effettuato il sopralluogo, non ricordano un evento del genere.

g.devita

© riproduzione riservata