Giovedì 12 Agosto 2010

Binago: niente vigilantes
Potenziate le telecamere

BINAGO Poche adesioni, non sarà ripristinato il servizio notturno di vigilanza privata. Sarà invece potenziato il sistema di videosorveglianza.
La campagna di preadesione si è fermata a quota 130 iscritti, rispetto all'obiettivo minimo di cinquecento associati, che era stato fissato dal ricostituito Comitato sicurezza come condizione per la riattivazione del servizio dopo dodici anni.
«Si sperava fossero un po' di più – osserva Fiorenzo Bianchi, consigliere delegato alla sicurezza – Comunque, come amministrazione comunale e comitato sicurezza stiamo pensando a una collaborazione con i comuni di Castelnuovo Bozzente e Beregazzo con Figliaro che porti una sorveglianza estesa a tre paesi, a costi anche più limitati».
Nell'attesa di valutare eventuali soluzioni a tre, si punta sulle telecamere per aumentare la sicurezza, a cominciare dall'area cimiteriale: «L'azienda incaricata sta procedendo con la realizzazione del nuovo impianto che garantirà una migliore sicurezza al cimitero e permetterà inoltre di avere a disposizione un collegamento senza fili dalle molteplici funzionalità – spiega il consigliere Stefano Piatti - Raccoglierà i segnali delle telecamere già installate e di quelle che potranno essere attivate in futuro, in sostituzione di un sistema poco efficiente e spesso fuori servizio. Inoltre, potrà essere sfruttato per collegare alla rete comunale altre apparecchiature, come i sistemi di controllo dell'accesso all'area rifiuti che stiamo pensando di installare nei prossimi mesi, senza necessità di cavi aggiuntivi. L'intera operazione verrà realizzata con un investimento da parte dell'amministrazione comunale molto limitato, in quanto buona parte della spesa sarà pagata dalla società che gestisce l'illuminazione cimiteriale».

f.angelini

© riproduzione riservata