Giovedì 02 Settembre 2010

Modello per gioco,
ora sfila per Armani

CONSIGLIO DI RUMO Da modello per gioco alle sfilate di Armani. Stefano Sala, ventenne di Consiglio di Rumo, ha iniziato a calcare le più note passerelle milanesi della moda ed è come se cinque anni fa, quando casualmente avevano preso lui per un servizio fotografico su Famiglia Cristiana, il destino ci avesse messo lo zampino.
Diplomatosi lo scorso anno perito chimico, il giovane ha poi deciso di iscriversi a un corso di modello: «Un corso piuttosto costoso - dice la madre Simona, che assieme al marito Attilio gestisce un ristorante in paese - Anche se nel campo della moda non è affatto facile farsi strada, abbiamo comunque capito che nostro figlio aveva intenzioni serie e l'abbiamo lasciato fare».

Stefano si è quindi iscritto a un'agenzia e ha cominciato con i primi lavoretti: un catalogo di camicie, qualche sfilata minore e, poi, sempre più su. In soli sei mesi ha dimostrato evidentemente di saperci fare e di recente è stato chiamato a sfilare nientemeno che per Armani. «Quello che più è apprezzabile di lui è che non si è affatto montato la testa - assicura la madre - In questo momento sembra che tutto stia girando per il verso giusto, ma sa benissimo che i risultati si ottengono con i sacrifici e continua a lavorare sodo per imparare e migliorarsi. Per sfondare in certi campi, inoltre, ci vuole anche fortuna e ne è ben consapevole». Stefano Sala ci prova con impegno e passione e, comunque vada, ha già dimostrato che anche provenendo da un territorio periferico e disagiato si può andare lontano.

g.devita

© riproduzione riservata