Venerdì 03 Settembre 2010

Sant'Anna, i dipendenti:
blocchiamo il trasloco

SAN FERMO DELLA BATTAGLIA Nuvole nere che minacciano tempesta sul nuovo ospedale, dopo l'incontro di giovedì tra i sindacati ospedalieri e il direttore del Sant'Anna, Andrea Mentasti sul problema delle tariffe dei parcheggi. «La situazione è di incertezza totale per i posteggi - dice Luigina Ciccotti, segretario funzione pubblica Cgil Como - come se nell'ansia che si ha per il trasferimento in una nuova sede si debba restare appesi ad un filo anche per i posti auto. Chiediamo siano a costo zero, come in altri ospedali. Entreremo in agitazione e se necessario chiederemo di rimandare il trasloco». Concorde Walter Tomassini, segretario territoriale federazione sindacati indipendenti: «E' paradossale. Dopo 8 mesi di trattative siamo al punto di partenza. Il problema non è di San Fermo ma di tutti coloro che hanno fatto l'accordo di programma. Non certo dei lavoratori. E questo peserà parecchio».
Mentasti ha chiesto al sindaco di San Fermo Pierluigi Mascetti la possibilità di abbonamenti  agevolate per i dipendenti (20 euro mensili per i dirigenti, 10 per gli altri). Mancano tre settimane all'apertura del nuovo Sant'Anna e per i parcheggi e relative tariffe - anche quelle per gli utenti - si è ancora all'anno zero. La gestione compete al comune di San Fermo che non ha ancora indetto la gara per far funzionare operativamente le due strutture (una di 596 posti attigua all'ospedale e l'altra da 775 spazi). Di tariffe non se ne sa ancora nulla. In ipotesi si ridurranno i costi per soste prolungate e ci saranno probabili formule agevolate per chi deve frequentare spesso l'ospedale. E intanto, i dipendenti minacciano di bloccare il trasferimento.

f.angelini

© riproduzione riservata