Mercoledì 08 Settembre 2010

Giovedì l'ultimo saluto
dell'uomo ucciso in Spagna

VERTEMATE CON MINOPRIO Un mistero che ancora non ha trovato risposte, e tanti dubbi che Antonio Aceto porterà con sé nel proprio ultimo viaggio. Sono fissati giovedì alle 15.30 nella chiesa parrocchiale di Socco di Fino Mornasco i funerali del 44 enne di Vertemate con Minoprio trovato morto la mattina dello scorso 13 agosto a pochi passi dalla sua Panda Rossa in Spagna, a Cartagena, dove si era trasferito in giugno per occuparsi della gestione di un locale.
Amici e parenti non gli diranno addio nel paese dove da tempo viveva con la moglie e i quattro figli, ma in quello dove è cresciuto, la frazione finese dove ancora risiede la famiglia d'origine.
Una vicenda caratterizzata fin dall'inizio da punti oscuri e poche certezze, a partire dalle stesse cause della morte dell'imprenditore italiano, che stando ai quotidiani iberici sarebbe stato ucciso con una serie di colpi d'arma da fuoco, in una zona appartata tra un resort di lusso e il borgo di Los Belones.
Come confermato dalla Farnesina e dal consolato italiano di Barcellona, la polizia spagnola sta investigando sull'ipotesi di omicidio, ma nulla è trapelato neppure in merito all'esito dell'esame autoptico, visto che per trenta giorni dall'inizio delle indagini vige il segreto istruttorio.

m.butti

© riproduzione riservata