Sabato 18 Settembre 2010

Oggi Vanoni, Morgan, De Sfroos
Domani gran finale per il Moa

CERNOBBIO - Una folla oggi per due grandi personaggi, anche se in senso diverso, Ornella Vanoni e Platinette.
Un'altra moltitudine per ascoltare, al Moa di villa Erba a Cernobbio, il faccia a faccia tra Davide Van De Sfroos e Morgan. La cantante ha raccontato se stessa e la sua lunga carriera a un'interlocutrice di solito debordante anche verbalmente, ma che, in questa occasione, si è lasciata di buon grando sopraffare da una Ornella incredibilmente loquace e senza tabù.
Si è parlato di canzoni della "mala", degli esordi con Strehler dei cantautori Paoli, Tenco e De Andrè, ma anche di amore e sesso. Più delicata la "questione Morgan": come tutti sanno dopo essersi lasciato andare a dichiarazioni sul suo consumo di stupefacenti, l'artista monzese è stato depennato da Sanremo ed estromesso da X Factor, ma al Moa l'incontro è stato una piacevole chiacchierata tra due artisti. Anche la seconda giornata di Moa si è conclusa con qualche intoppo inevitabile causa maltempo. Alcuni ritardi e un po' di caos, soprattutto per spostare nel padiglione centrale i concerti previsti all'esterno della villa antica.
Nella prima serata, venerdì, si era temuto il peggio, ma alla fine i Baustelle sono arrivati al termine di un'esibizione che ha suggellato il loro tour estivo solo con qualche gocciolina di pioggia. Nella prima giornata sono state calcolate circa tremila presenze, ma per fare un conteggio definito bisogna aspettare la fine della manifestazione. Domani il Moa chiude aprendo piazza Cavour a Como alla musica con il concerto gratuito di Nina Zilli preceduto da altre attività musicali.
Nel pomeriggio, il padrone di casa Van De Sfroos si porterà sul palco star come Max Pezzali, Syria, Fabio Treves, Mauro Ermanno Giovanardi Frankie Hi Nrg, Matthew Lee, Vad Vuc, Francesco Buzzurro.
Premi per Vecchioni e i Pooh, a villa Erba, gli stand ancora aperti fino alle 19, ma la chicca restano i concertini improvvisati tra un espositore e l'altro, prima della chiusura della fiera.
Alessio Brunialti

c.colmegna

© riproduzione riservata