Sabato 25 Settembre 2010

Fino, il Comune cerca soldi
"Vendiamo il campo di calcio"

FINO MORNASCO - Vendere la farmacia comunale e il campo sportivo Ausonia per coprire in parte i debiti della Municipale. È una delle possibilità al vaglio della maggioranza per far fronte alla pesante situazione debitoria della controllata, che proprio martedì verrà messa in liquidazione ufficialmente. In questi giorni, infatti, la giunta ha incaricato l'amministratore unico della Municipale, Pietro De Luca, di far attribuire un valore ai due beni per valutarne successivamente l'opportunità di metterli in vendita. Se quella della farmacia era un'ipotesi già ventilata, è nuova invece quella del campo sportivo, area che verrebbe trasformata in edificabile prima della vendita, per renderla maggiormente appetibile.
«La Municipale ha quasi sei milioni di euro di debiti – spiega il sindaco Giuseppe Napoli –. Soldi per coprirli non ce ne sono, quindi cerchiamo di capire cosa si può vendere per pagare i creditori. È stata chiesta la stima di quello che si potrebbe incassare qualora l'amministrazione decidesse di vendere una o l'altro o entrambe. Poi bisognerà valutare a fondo, ma non è detto che sia quella la strada. Al momento nulla è scontato».
Dall'opposizione Luigi Pecorelli attacca: «È iniziata la prima svendita del territorio in conseguenza a una cattiva gestione. Non avendo più cose cui attaccarsi, cominciano dal patrimonio dei cittadini. A questo punto mi aspetto che vengano ceduti anche il campo di Andrate e magari il palazzetto di via Leonardo. Tutto questo è molto negativo – prosegue il consigliere azzurro – perché dopo 20 anni di amministrazione sono arrivati a vendere i beni. Non sarà nemmeno così facile trasformare in edificabile il campo Ausonia, dato che non era previsto nel Pgt appena approvato. Dicono che lo sposteranno da un'altra parte, ma non sanno più che pesci prendere. Siamo allo sbando più totale».

m.schiani

© riproduzione riservata