Giovedì 30 Settembre 2010

Passano le ambulanze
Como si prepara alla coda

COMO - Varesina chiusa a singhiozzo, da oggi a domenica rischio caos sulle strade cittadine. Al passaggio dei convogli delle ambulanze che trasferiranno i pazienti dal vecchio al nuovo Sant'Anna, il traffico lungo l'importante arteria viabilistica verrà interrotto in entrambe le direzioni e potranno circolare soltanto i bus. Non sarà, dunque, una chiusura totale, visto che - nei momenti in cui non transiteranno ambulanze - i vigili riapriranno momentaneamente la strada. Ma il Comune consiglia comunque a tutti gli automobilisti di evitare il transito nella zona e di seguire percorsi alternativi.
Via Varesina chiuderà, indicativamente, a partire dalle 8,30 di questa mattina, quando è prevista la partenza della prima ambulanza dal vecchio Sant'Anna. E il provvedimento interesserà il tratto compreso tra l'intersezione con via Badone (esclusa) e la rotonda del Bennet di Montano. Il transito delle ambulanze è previsto dalle 8,30 alle 13 e dalle 14 alle 17 nelle giornate di oggi, domani e sabato. Inoltre, sabato i passaggi avverranno anche tra le 21 e le 23. Domenica, invece, solo tra le 8,30 e le 14. Ma, come detto, la chiusura al normale traffico veicolare sarà a singhiozzo, non essendo possibile stabilire a priori con esattezza il momento in cui le carovane di ambulanze partiranno da via Napoleona. Per evitare di rimanere intrappolati in coda, il suggerimento è quello di utilizzare le alternative indicate da Palazzo Cernezzi: per le auto dirette a Como imboccare alla rotonda di Montano la cosiddetta variante di Montano in direzione di Lazzago e poi via Cecilio e via Pasquale Paoli. Per le auto dirette invece a Montano e in uscita dalla città: via Varesina, via Badone, via Pasquale Paoli, via Cecilio, rotonda di Lazzago, via Colombo e via Canonica-variante di Montano.
Va ricordato, inoltre, che da oggi a domenica, dalle 8 alle 20, è istituito il divieto di sosta con rimozione forzata in via Santo Garovaglio, su entrambi i lati, nel tratto tra via Anzi e via Ferrari (provvedimento legato all'aumento di pazienti diretti al Valduce in questi giorni), ma anche (con le stesse modalità) in via Colonna, per agevolare il viavai delle ambulanze. Poiché la metà degli agenti della Polizia Locale (per ogni turno) sarà impegnato a presidiare il transito dei convogli di ambulanze, e contemporaneamente dovranno essere garantiti gli altri servizi, oggi e domani peraltro gli uffici della Polizia Locale resteranno chiusi al pubblico. Sulle strade ci saranno 35 vigili per turno. Gli operatori, schierati lungo via Varesina ma anche all'altezza di San Rocco e a San Bartolomeo, presidieranno in totale una ventina di incroci in città e tutta la zona del Valduce. «Dal punto di vista del traffico saranno giorni impegnativi - ha commentato ieri il sindaco, Stefano Bruni - Dobbiamo guardare allo sforzo che verrà messo in campo da parte di tutti, uno sforzo senza precedenti per la tempistica del trasloco (solo quattro giorni) e le modalità. Sono state operate - ha aggiunto - scelte nette sulla viabilità. Con la regia di Prefettura e Questura abbiamo messo a punto un piano che potrebbe provocare un effetto domino sulla circolazione stradale. Potremmo scontare disagi e ripercussioni, credo e spero ridotti al minimo, rispetto ai quali faccio appello al senso di responsabilità e di partecipazione dei comaschi. Occorre che ci sia un'intera città a fare squadra. Non dimentichiamo che fra la vecchia e la nuova sede si sposteranno persone e pazienti, non soltanto mezzi. I comaschi sapranno cogliere bene il senso di questi giorni - ha concluso - Il nuovo ospedale Sant'Anna sta nascendo. Dobbiamo cominciare a sentirlo nostro da subito».
Mi. Sa.

a.savini

© riproduzione riservata