Martedì 05 Ottobre 2010

Ruspe in azione in due cantieri
Arrivano nuovi supermercati

LUISAGO Arrivano i supermercati lungo l'ex strada statale dei Giovi. Dopo tanto discutere, sono partiti gli interventi di realizzazione di alcune nuove strutture commerciali lungo l'asse Grandate-Fino Mornasco. Abbattuto in questi giorni l'edificio ex Caronti, a Luisago sorgerà una struttura tra i cinque e i seimila metri di superficie, che ospiterà esercizi di media distribuzione, vale a dire con uno spazio massimo disponibile di 1.500 metri quadri. In contemporanea, anche alla Bricoletta di Fino Mornasco si lavora per la costruzione di un Eurospin, sempre di 1.500 metri. Entrando a Fino, nel tratto che prende il nome di via Garibaldi, non si può fare a meno di notare a bordo strada una vera e propria montagna di terra accumulata, frutto dello scavo in cui verranno realizzate le fondamenta. Già da qualche mese, invece, è stato demolito a Grandate, in zona Iper, il capannone ex Arnaboldi che, secondo le intenzioni del costruttore, lascerà spazio a un complesso di negozi e uffici. Nel pieno della crisi, quindi, c'è fermento a sud di Como, e sembra che a farla da padrone sia sempre di più il commercio. Il sindaco di Luisago, Adelio Frigerio, spiega che l'abbattimento della vecchia concessionaria è solo il primo passo: «Per ora è stata autorizzata la demolizione, ma il permesso di costruire ancora non c'è. Firmeremo venerdì la convenzione davanti al notaio, dopodiché il privato potrà presentare il progetto con la richiesta del permesso che dovrà essere rilasciato entro 30 giorni dalla consegna della pratica. A quel punto avranno un anno di tempo per cominciare i lavori, ma io credo che lo faranno prima, considerato che ci daranno subito 800mila euro».
Già, perché i soldi sono alla base di tutti questi insediamenti. Il Comune di Luisago, i cui conti sono in regola, riceverà comunque una cifra che, soldo più soldo meno, si aggirerà sul milione e 300mila euro, recuperando al contempo un'area industriale dismessa. Collegato al progetto c'è anche la realizzazione del nuovo parcheggio dell'asilo da 62 posti auto. Con una parte dei soldi, circa 300mila euro, invece, il Comune contribuirà alla realizzazione della rotatoria allo sbocco di via Tornese sulla provinciale. Discorso differente per Fino Mornasco, dove si interviene su di un'area verde. Il bando del 2008, con cui è stato ceduto il diritto di superficie per 99 anni dei 53mila metri della Bricoletta, ha già fruttato un milione e 260mila euro. Ora per il supermercato ne sono entrati altri 160mila sottoforma di costi di costruzione. Senza dubbio una boccata d'ossigeno per le malmesse casse comunali. Per il paese, inoltre, sarà la perdita del singolare record di non avere nemmeno un supermercato nonostante i 10mila abitanti. Poco distante, praticamente al confine con Luisago, dovrebbe sorgerne un secondo tra non molto. Stante l'intenzione già manifestata dal gruppo proprietario dell'area di edificare tre capannoni, dove entrerebbero un supermercato, una concessionaria e un'attività legata alla ristorazione.

f.angelini

© riproduzione riservata