Giovedì 07 Ottobre 2010

Scoppia una bomba in cantiere
Muratore ferito dalle schegge

PONTE LAMBRO Un muratore ha trovato all'interno del cantiere una strana palla di colore rosso, non ha capito di che cosa si trattasse, l'ha lanciata e quando la sfera ha raggiunto terra, è esplosa con una potente deflagrazione, facendo partire anche diverse schegge che hanno raggiunto l'uomo in più punti del corpo.
Khail Visci, 31 anni, muratore di nazionalità kosovara domiciliato a Lecco, ieri pomeriggio se l'è vista davvero brutta a Ponte Lambro, nel cantiere di una casa in ristrutturazione in via Monte Grappa: per fortuna il referto medico stilato dai medici dell'ospedale di Erba non è preoccupante e l'uomo non è giudicato in pericolo di vita.
Che cosa abbia realmente trovato e scagliato l'operaio straniero, lo stabiliranno con precisione i carabinieri della caserma di Erba, intervenuti sul posto per accertare quanto accaduto. Secondo il luogotenente Luciano Gallorini, l'ipotesi più probabile è che il muratore abbia raccolto un vecchio ordigno bellico, poi esploso quando è stato lanciato.
«Ho sentito una botta impressionante, un rumore secco che mi ha allarmato - racconta Vito Favuzzi, odontotecnico che lavora nel laboratorio che si trova proprio di fronte al cantiere interessato dall'esplosione - Quando sono uscito all'esterno per capire cosa fosse accaduto, ho visto quest'uomo venire verso di me con tre schegge conficcate nel corpo: la più grossa era su una gamba, poi una sul braccio sinistro e ne aveva una terza sul collo. L'ho fatto subito sedere e ho cercato di capire come stesse».
Nel cantiere si trovavano al lavoro quattro muratori, l'unico ferito è stato Khail Visci, che ha ricevuto le prime cure dallo stesso odontotecnico.
Il ferito è stato trasportato all'ospedale Fatebenefratelli di Erba dove i medici gli hanno diagnosticato una lesione al timpano dovuta alla deflagrazione e numerose ferite da taglio prodotte dalle schegge che lo hanno investito.

f.angelini

© riproduzione riservata