Venerdì 15 Ottobre 2010

Ladri in azione a Veniano
Il sindaco scrive al prefetto

VENIANO - Ladri in azione in paese: mercoledì sera, poco prima delle 20, in via Fontanelle, a poca distanza dall'oratorio, i topi d'appartamento hanno colpito.
L'abitazione presa di mira è stata quella in cui vive il consigliere comunale Andrea Grimoldi insieme ai genitori e al fratello, che è stata di nuovo svaligiata. Con questa, sono già tre le volte in cui la villetta è stata razziata, come confermano i proprietari: «È il terzo furto dopo i due dell'anno scorso» esordisce il consigliere comunale Andrea Grimoldi.
Un nuovo furto, avvenuto in un lasso di tempo decisamente breve, quando il consigliere e i familiari non erano in casa. «L'allarme con il combinatore telefonico ha suonato alle 20. I nostri vicini lo hanno sentito, ma purtroppo hanno avuto solo il tempo di vedere fuggire i banditi a bordo di un'Audi di colore nero. Ci hanno rubato gioielli, orologi, perfino magliette e, cosa strana, cinque corone del rosario. Ritengo però sia utile - prosegue il suo ragionamento il consigliere comunale - avere un collegamento diretto dell'allarme con la caserma dei carabinieri di Appiano Gentile, in modo da poter permettere ai militari di avere informazioni utili per intervenire nel più breve tempo possibile».
Un incontro in tempi brevi con il prefetto per contrastare il  moltiplicarsi dei furti lo chiede il sindaco Elio Rimoldi per il quale è allarme rosso, bisogna attivare le risorse disponibili e se non sufficienti, incrementarle. «Per quanto mi riguarda da tempo ho attivato la polizia locale per il controllo costante del territorio. Ribadisco l'importanza che i cittadini segnalino alle forze dell'ordine macchine, persone, situazioni sospette. I carabinieri da tempo chiedono questa collaborazione che in alcuni casi si è rivelata importante. Sono preoccupato che oltre ai furti nelle case si possano domani verificare episodi di violenza». «Ho inviato una lettera al prefetto, sottoscritta da altri sindaci della zona, come me molto preoccupati, perché convochi quanto prima il comitato di ordine pubblico e sicurezza per fare il punto della situazione. E' uno strumento secondo me utile».

g.devita

© riproduzione riservata