Lunedì 18 Ottobre 2010

Como inventa
il bus educativo

COMO - Cresce «ComOn». Nella terza edizione della settimana della creatività i numeri segnano un aumento di partecipazione: dai 7 imprenditori, sostenitori dell'iniziativa a 10, da 20 giovani impegnati negli stage a 50, da 7 aziende di design a 11.
Primo risultato della collaborazione tra giovani stilisti e aziende sono i prototipi di design, posizionati in tre containers, in Piazza del Popolo, nati dalla collaborazione di 22 ragazzi, provenienti da tutta Italia con le aziende d'arredamento. Costruiti sul tema «Il riciclo di un'idea», i lavori, a chiusura della settimana della creatività, si trasferiranno alla Triennale di Milano. I dieci imprenditori, protagonisti dell'avventura «ComOn», Angelo Meroni, Mamo Colombo, Michele Viganò, Cristina Viganò, Paolo Noseda, Tomaso Vaghi, Marco Taiana, Stefania Corbella, Anna Castiglioni, Barbara Majocchi hanno presentato le iniziative che detteranno il ritmo della settimana: feste, workshop, conferenze. «Como è come la bella addormentata, ma i giovani la stanno svegliando». Li Edelkoort, la più nota trend forecaster del mondo, ha lanciato un sì all'energia dei giovani, come unica fonte di ispirazione creativa, e un sì al rilancio del settore tessile lariano. Con «ComOn» è partita ieri un'iniziativa sul trasporto pubblico cittadino: adesivi contro gli atti vandalici. Su 5 autobus della linea urbana 1 e su 12 pensile, ha preso il via la campagna «Respect Inspired» di Asf Autolinee. Agli utenti comunica lo slogan «Sugli autobus esprimiti con rispetto». Per due settimane, sedili, finestrini e obliteratrici avranno incollato adesivi in cui sono scritti i costi di manutenzione causati dagli atti vandalici, con una informazione in più: un paragone con il costo di oggetti che potrebbero essere acquistati con la stessa cifra, come una pedana per disabili, una corsa aggiuntiva, un climatizzatore. Dietro i sedili e nella parte posteriore dei bus sono stati applicati pannelli bianchi dove si potrà scrivere, disegnare, assecondando il proprio spirito creativo, ma nel rispetto delle regole. Questa sera alle 18.30, l'inaugurazione della mostra itinerante «H2O. Nuovi scenari per la sopravvivenza» a Villa Grumello, in cui saranno esposti 160 progetti di architetti, grafici e designer, rivolti al risparmio dell'acqua. Tra gli autori dei progetti, Aldo Cibic, Patricia Urquiola, Michele De Lucchi, Alberto Meda e Alessandro Medini. Accanto alle tavole dei maestri ci saranno i tre progetti vincitori del Workshop Water =Life, dell'ultima edizione del Salone del Mobile di Milano.
Sara Della Torre

a.savini

© riproduzione riservata

Tags