Mercoledì 01 Dicembre 2010

Mariano: in caso di nevicate
basta il codice della strada

MARIANO In arrivo la neve? Nessuna ordinanza speciale, ma semplicemente l'applicazione degli articoli già previsti dal nuovo codice della strada. A Mariano non si escogiteranno stratagemmi particolari per sollecitare la gente a comprare le catene da neve o a montare gli pneumatici antisdrucciolevoli, «perché quanto prevede la legge - spiega l'assessore alla viabilità Claudio Nogara - è già chiaro e sufficiente e perché nel tempo ci siamo attrezzati posizionando sull'intero territorio comunale l'adeguata cartellonistica stradale che indica agli automobilisti come devono comportarsi sulle nostre strade». Questo, nella praticità quotidiana, si traduce in un meccanismo semplice: «In caso di neve, se il mezzo non sarà adeguatamente equipaggiato e dovesse creare ingorghi alla circolazione stradale - spiega Nogara -, gli automobilisti verranno multati con 38 euro nel centro abitato e con 78 euro all'esterno di questo perimetro».
Il problema è stato affrontato l'anno scorso raccogliendo l'invito della Prefettura di Como a emettere un'ordinanza recante l'obbligo di circolazione dei veicoli, nel corso della stagione invernale, con pneumatici da neve o con catene da neve nei rispettivi tratti stradali per evitare situazioni di criticità sulle strade, valida sino al 31 marzo: «L'ordinanza è un rafforzativo a disposizioni che sono già in vigore con il codice della strada - aggiunge Nogara - e avevamo deciso di procedere in tale senso perché, dopo le indicazioni in questa direzione dell'amministrazione provinciale, si era venuta a creare una certa confusione tra i cittadini che non capivano più cosa dovevano fare. La multa non scatta se in un giorno di sole si viaggia senza catene o senza pneumatici da neve, ma solo nel caso in cui in quelle condizioni meteo, si provocano disagi alla circolazione perché non attrezzati ad affrontare i fiocchi bianchi».
Il fatto di essere equipaggiati, però, non deve spingere gli automobilisti a sottovalutare la questione della prudenza. «Invito chi, pur essendo adeguatamente attrezzato, non si sente sicuro alla guida - conclude Nogara - a stare a casa se non è costretto a uscire per delle necessità improrogabili. E' questione di sicurezza per se stessi e per gli altri».

l.barocco

© riproduzione riservata