Sabato 11 Dicembre 2010

Gianni Versace e Coco Trovato
Un mistero a Bellagio

BELLAGIO  Tra le diverse esternazioni del pentito Giuseppe Di Bella si parla anche di un incontro nella gelateria vicino all'imbarcadero per accordarsi sui loro affari, tra Coco Trovato e Gianni Versace. Nell'ultima puntata di Anno Zero, Di Bella racconta di un incontro del 1990: «Andai a fare un giro a Bellagio e a un tavolino della gelateria c'erano Coco Trovato e Gianni Versace - racconta Di Bella -. Allora io ho visto Franco e gli feci un cenno con la mano, lui mi indicò di andarmene. Gli uomini di fiducia di Franco, sapevo che davano a Versace dei quadri rubati, i soldi da ripulire. Versace li portava via, in poche parole li faceva sparire». In quegli anni i rapporti tra Trovato e Versace, -secondo le dichiarazioni tutte da verificare di Di Bella - sarebbero stati intensi, fino ad arrivare alla messinscena dell'omicidio e il seguente tentato furto di ceneri. «Mi hanno offerto un miliardo per trafugare le ceneri di Versace dal cimitero di Moltrasio perché è vivo. Quando hanno messo in scena la morte a Miami lui era a Zurigo».
 Intanto a Menaggio dove il consiglio comunale ha respinto l'approvazione di un documento che proponeva controlli più stringenti contro le infiltrazioni mafiose nei lavori pubblici. Risale solo a luglio l'arresto dell'imprenditore Adolfo Mandelli, che assieme ad Angelo Sala gestisce il Lido giardino di proprietà comunale, per i suoi rapporti d'affari con il clan mafioso dei Valle

f.angelini

© riproduzione riservata