Lunedì 13 Dicembre 2010

Nozze d'oro a Como
Festa a Villa Olmo

COMO Nozze d'oro, atmosfera d'incanto. Ieri a Villa Olmo si è rinnovato l'appuntamento con il ricevimento organizzato dal Comune per le coppie che nel corso del 2010 hanno festeggiato cinquant'anni di matrimonio. In città sono ben 235 e quasi la metà ha accettato l'invito. Per la verità le conferme erano 99, poi tra defezioni, rientri e qualche “portoghese” (che nessuno se l'è sentita di rimandare a casa) il numero delle coppie ha raggiunto quasi quota 120 costringendo ad aggiungere dei tavoli nel salone delle feste. La giornata, per gli sposini, è iniziata con la messa in San Salvatore, celebrata dal parroco don Mario, poi tutti a Villa Olmo, dove a fare gli onori di casa - al posto dell'assessore ai Servizi sociali Ezia Molinari, ancora ricoverata a Costamasnaga a seguito di un ictus - c'era il sindaco Stefano Bruni con la moglie Raffaella (sposati da vent'anni). Tante strette di mano, sorrisi, qualche abbraccio e anche baci, quindi la consegna alle signore di uno "svuota tasche" in cristallo. Dopo l'aperitivo tutti a tavola, ogni coppia con la sua storia. Maria Corti (74 anni) e Corrado Campardo (77) per esempio, si sono conosciuti nel 1957 in un bar - trattoria dove andavano a guardare la televisione. Un colpo di fulmine e dopo tre anni il matrimonio, dal quale sono nati due figlie che hanno dato loro due nipoti. «Il segreto per arrivare ai 50 anni di matrimonio? Andare d'accordo e ogni tanto bisticciare, ma soprattutto avere una gran pazienza, da ambo le parti». Maria Bavuso (72 anni) e Leonardo Middione (76) sono siciliani d'origine, si sono conosciuti nel 1958 e sposati nel '60. Nel '64 sono venuti a lavorare al nord (lei sarta in Svizzera, lui operaio all'Alfa di Arese). Dalla loro felice unione sono nati due figli e ora hanno anche quattro nipoti. Per Maria e Leonardo il segreto di tanti anni insieme è la buona volontà. Giuliana Mascetti (75 anni) e Angelo Arnaboldi (80) si sono conosciuti sul lavoro nel '54, sono stati fidanzati sei anni e poi il matrimonio. Hanno un figlio e un nipote e lanciano un messaggio alle giovani coppie: «Se si sbaglia, si può riparare». E infine la signora Miriam di 74 anni e il marito Angelo di 82 che si vogliono bene da 50 anni: «Questo è il segreto - dicono - insieme a una buona dose di pazienza». Dopo il pranzo i saluti e l'ultimo omaggio, un cartoncino di auguri del vicesindaco assente più che giustificato: uno scritto di Khalil Gibran.
Gigi Albanese

a.savini

© riproduzione riservata