Lunedì 13 Dicembre 2010

Cantù l'anno prossimo
supererà i 40.000 abitanti

CANTU' I traguardi sono due, e, dati alla mano, non ci vorrà troppo a raggiungerli. Quello dei 40.000 abitanti, e quello che vedrà uno su dieci di quegli abitanti essere uno straniero, il 10% dei residenti.
Tendenze confermate nell'ultima rilevazione dell'ufficio anagrafe al 30 novembre: c'è sempre più gente che vive in città, sempre più con un cognome che non è né Cappelletti né Molteni. E sempre più donne.
 La crescita della popolazione arriva a quota 39.557. Basti pensare che il dato relativo ai residenti al 31 dicembre 2009 totalizzava 38.978 – già 580 in più rispetto all'anno precedente – e circa sei mesi fa, in giugno, si era a quota 39.199, + 221. La seconda parte dell'anno ha visto rinvigorirsi l'incremento, non certo solo grazie alle nuove nascite, e ora quel 39.557 significa segnare un aumento di ben 579 abitanti rispetto a 12 mesi fa. Le quattro decine di migliaia, ormai, sono davvero dietro l'angolo, e se il trend resterà inalterato, visto che per totalizzare 40.000 mancano 443 residenti, è verosimile che un anno sia più che sufficiente per arrivarci.
A favorire questa crescita non è ovviamente solo il naturale saldo demografico tra defunti e nati, ma il dato dei nuovi residenti, spesso arrivati dai Comuni vicini considerato anche il boom edilizio, che oggi vede comunque 1.200 abitazioni vuote in città. E poi gli stranieri, oramai prossimi a rappresentare il 10% della popolazione canturina, una soglia molto significativa. Stranieri che oggi sono 3.832, ovvero 218 in più rispetto alle rilevazioni di giugno, quando si fermarono a quota 3.614. In sei mesi, quindi, sono passati a rappresentare dal 9,2% al 9,6% del totale dei residenti. In città si respira aria proveniente da tutto il mondo, dato che le nazionalità presenti sono 78, dai ben 656 albanesi all'unica nepalese.

m.butti

© riproduzione riservata