Martedì 14 Dicembre 2010

Fiabe bergamasche
in musica a Scanzo

Dopo le canzoni e le commedie teatrali, ecco le favole in dialetto bergamasco. Si arricchisce la proposta culturale del Comune di Scanzorosciate, da sempre attento a promuovere le tradizioni e la storia locale. E così, nell'ambito di un progetto di valorizzazione della cultura orale, nonché degli usi e dei costumi bergamaschi, l'assessorato alla Cultura, in collaborazione con la biblioteca Elsa Morante di Scanzorosciate, propone per venerdì 17 dicembre, alle 20.45, in biblioteca, in piazza della Costituzione, lo spettacolo «Fiabe e leggende bergamasche», una rassegna di alcune delle più belle composizioni tradizionali, dalla «Cavra del Zambèl» a «Ol Gioanì pigurì», dall'«Orco di Gandino» alle avventure del Pacì Paciana e di Irvana Magri con l'accompagnamento musicale di Mirco Finotto alla chitarra e Sandra Foglia all'oboe.

Un pout-pourri di racconti ambientati in terra bergamasca, tutti fantasiosi o, quanto meno, resi fantasiosi, con l'obiettivo di far riemergere la memoria storica e le radici della tradizione bergamasca. In locandina anche alcuni passaggi di altre fiabe, come «La storia del Babaloch di Bonate Sopra», le «Avventure di Gioppino», «La leggenda della capra del Bongio». Al termine, piccolo rinfresco, con prodotti tipici locali. Ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata