Mercoledì 29 Dicembre 2010

Le piante dei vivai di Carugo
fanno bella la città di Milano

CARUGO Ancora un tocco tutto carughese nelle festività natalizie della metropoli milanese. L'impresa Nespoli Luca e fratelli infatti ha reso multicolori aree di primo piano come piazza Castello e la zona antistante la stazione Cadorna, nonché via Einaudi S.Marco.
«Tutto ebbe inizio - spiega Luca Nespoli - da una presa di posizione del grande Claudio Abbado, nel 2008. Una sfida che fu subito accolta dal sindaco Letizia Moratti, anche in vista del grande evento dell'Expo 2015. E noi siamo stati coinvolti. Così anche quest'anno abbiamo messo a dimora oltre cinquanta piante "Pyrus Chanticlear" e tremila arbusti "Biscantus", curando la scenografia, con un'illuminazione che abbellisce, che attrae e rende più evidente il clima del Natale».
«Si tratta di un patrimonio arboreo importante - aggiunge Luca Nespoli - che come è stato per il Natale 2009 certamente non andrà perduto. Quindi tutte le piante utilizzate serviranno a ripiantumare in parte le stesse piazze e in parte la nuova pista ciclabile di Milano. Proprio gli arbusti cosiddetti minori stanno diventando il simbolo delle piste ciclabili milanesi. Infatti tra i residenti, ma non solo, si sta progressivamente creando l'abitudine visiva di poter capire con immediatezza che laddove si incontra questo tipo di piante in prossimità vi è certamente un tratto di pista ciclabile».
L'impresa di Carugo non è nuova ad iniziative del genere. Nel 2000 infatti ha addobbato Malpensa, ripiantumando poi una zona esterna all'aeroporto. Già una decina di anni fa la Nespoli fu protagonista di interventi a Milano in piazza Castello, corso Vittorio Emanuele e via Dante.
E per il 2011? «Ancora importanti interventi a Milano caratterizzeranno la nostra attività - sottolinea Luca Nespoli con legittimo orgoglio - e in accordo con il Comune di Milano e anche grazie allo sponsor Minolta, renderemo più verde piazzale Corvetto e piazza VI febbraio, nella zona delle vecchia Fiera. Ma soprattutto diventeremo protagonisti anche nella capitale. A Roma infatti, grazie a un accordo stipulato con la banca Bnl, metteremo a dimora un albero per ogni nuovo nato. Un modo ecologico e qualificante per credere nella vita. Nobilitando con il verde le nostre città».

l.barocco

© riproduzione riservata