Venerdì 31 Dicembre 2010

Erba: rubato il Gesù
Bambino della Rovere

ERBA Durante la notte hanno rubato Gesù Bambino dal presepio allestito, come ormai vuole una bella tradizione, nel vecchio lavatoio pubblico della Rovere, proprio sulla piazza del rione a ridosso di una fonte che sgorga perennemente: un luogo molto caro alla gente del rione erbese. Ad accorgersi del furto sono stati alcuni passanti che hanno notato la culla della Natività vuota.  Il presepe della Rovere è, con quello di Santa Marta uno dei più bei presepi tradizionali dell'Erbese. Le sue figure sono a grandezza d'uomo e i costumi sono quelli della famosa Passione di Cristo, che nel dopoguerra fu allestita a più riprese al Licinium con grande partecipazione di folla.
Mariuccia Croci, che abita proprio davanti alla fontana ed è una trascinatrice del comitato per il presepio, si appella al buon cuore dei ladri perché restituiscano Gesù Bambino. Spiega che in passato il presepe della Rovere aveva giù subito qualche furto e dei danni. Ma nessuno aveva mai avuto l'ardire di toccare la figura principale della Natività
E' una trentina d'anni che la gente della Rovere allestisce il suo presepe dentro il lavatoio. Avvenne infatti che una estate improvvisamente si asciugasse  la fonte che sgorga proprio in piazza. A memoria d'uomo nessuno si ricordava di un fatto del genere. Allora le tre sorelle Croci, Mariuccia, Donata ed Enrica, assieme all'amica Franca Amoretti e al marito di questa Giancarlo Carnati, pensarono, assieme ad altre persone, di allestire un presepe dentro il lavatoio.
 Avvenne che nella Notte di Natale la fonte riprese improvvisamente a sgorgare proprio sotto la Natività e da quella notte non si è più interrotta.
E intanto, a Valbrona,per evitare che succeda la stessa cosa, il parroco ogni notte rimuove il Bambin Gesù dalla mangiatoia per riporcelo la mattina successiva.

f.angelini

© riproduzione riservata