Giovedì 13 Gennaio 2011

Arosio: lavori in pieno centro
Strada chiusa per due mesi

AROSIO Altri due mesi, minimo, di passione per i cittadini di Arosio e gli automobilisti di passaggio che sino al prossimo marzo dovranno fare i conti con una nuova chiusura di via Santa Maria Maddalena, la strada principale di accesso e di uscita dal centro del paese che si interseca con la Novedratese.
La promessa fatta dall'assessore ai lavori pubblici Roberto Brenna di riprendere dopo la pausa natalizia il cantiere che già è intervenuto per il rifacimento della fognatura nel tratto compreso tra il semaforo di via De Gasperi e l'intersezione con la via Da Vinci, è stata mantenuta e la Consonni Strade ha proceduto alla chiusura della via Maddalena nel tratto compreso tra la Novedratese sino a una ventina di metri dopo la strada che porta alle scuole elementari e medie, alle quali si può accedere grazie al percorso alternativo ricavato con l'inversione di marcia del senso unico del breve collegamento viario parallelo alla via Casati. Inoltre in questa fase è ancora possibile raggiungere il parcheggio della pasticceria che si affaccia su via De Gasperi, ma quando il cantiere avanzerà verso la piazza Montello, anche questa opzione sarà inibita.
«Le opere sulle quali dobbiamo concentrarci ora - spiega l'assessore Roberto Brenna - riguardano il tratto di circa 100 metri compreso tra il negozio di alimentari e la farmacia: dobbiamo sostituire le vecchie condotte fognarie, che sulle spalle hanno ormai mezzo secolo di vita. Si passerà da un diametro di 80/90 centimetri a 150 centimetri, ma soprattutto procederemo con la separazione delle acque chiare da quelle nere».
Lo stesso assessore ai lavori pubblici non prevede grandi disagi per la viabilità del paese per le prossime settimane: «Diciamo che il peggio si è avuto con la prima chiusura della strada nei mesi scorsi - afferma -: in quella occasione effettivamente l'esordio è stato difficile, ma poi la gente si è abituata a seguire i percorsi alternativi e soprattutto con l'arrivo della nuova centralina che ha sincronizzato i semafori di via Marconi, via Artigiani e via Maddalena, non abbiamo più avuto lunghe code. Ormai la gente ha imparato come fare e a parte l'iniziale momento di disorientamento, adesso la circolazione sta procedendo senza particolari problemi».
Fra due mesi, questa - condizioni meteo permettendo - la tempistica stimata per concludere le opere, si potrà quindi dire finalmente terminato il primo lotto dei lavori firmato dall'ingegner Alberto Cappelletti di Cantù costato circa 400 mila euro di cui 216 mila finanziati dalla Regione, ma l'intenzione «è quella di approntare nelle prossime settimane, quando discuteremo gli investimenti del preventivo - conclude l'assessore Brenna - il secondo lotto che interesserà il tratto compreso tra la farmacia e via Sauro. Dovrebbero servire circa 200 mila euro, ma i conti li faremo solo quando avremo realmente un progetto preliminare che al momento non abbiamo ancora affidato ad alcun professionista».

l.barocco

© riproduzione riservata