Lunedì 14 Febbraio 2011

Mariano, per l'Unità d'Italia
no alle borse di studio

MARIANO Tutti d'accordo sull'idea di convocare un consiglio comunale monotematico il 17 marzo per festeggiare i 150 anni dell'Unità d'Italia, ma pensare all'istituzione di borse di studio con lo stesso scopo no. Sono state trattate in maniera diversa le due mozioni presentate rispettivamente dal centrosinistra (Pd e Pmb) e dalla Democrazia Cristiana sull'argomento durante l'ultima assemblea municipale.
Pdl e Lega Nord, infatti, hanno ritenuto di accogliere la richiesta presentata dal centrosinistra di convocare un consesso. La richiesta di Pd e Pmb è stata integrata dalla proposta del consigliere del Pdl Andrea Ballabio di rinunciare al gettone di presenza per quel consesso, idea condivisa da tutti. Diverso, invece, l'atteggiamento nei confronti della mozione firmata da Paolo Pedrana, capogruppo della Dc, di istituire una borsa di studio rivolta agli studenti marianesi. Motivo? «I tempi sono troppo stretti per riuscire a organizzare le borse di studio – ha detto il sindaco Alessandro Turati -, ma per sottolineare l'importanza di queste celebrazioni, avevamo pensato di coinvolgere le scuole sfruttando l'occasione del 2 giugno».

r.foglia

© riproduzione riservata