Martedì 15 Febbraio 2011

Donna aggredita
di notte nel garage

APPIANO GENTILE «Quell'uomo mi ha preso alle spalle e mi ha spinta con violenza contro il muro del garage: a quel punto mi ha colpita ai fianchi e, poi, ho perso i sensi».
È' a dir poco inquietante il racconto che ha fornito ai carabinieri di Appiano Gentile la donna, di 33 anni, che domenica sera è stata vittima dell'aggressione di uno sconosciuto che non le ha comunque rubato nulla ma che l'ha colpita e palpata prima di allontanarsi, facendo perdere le proprie tracce.
Secondo quanto denunciato, il tutto è avvenuto in pochi, concitati istanti. La donna, dopo aver trascorso una serata fra amici e parenti, aveva fatto ritorno in casa ad Appiano Gentile alla guida della sua automobile: una volta parcheggiata la vettura nel garage del palazzo dove abita, è uscita dall'abitacolo e in quell'istante è iniziata l'aggressione. «Un uomo che non sono riuscita a vedere - ha raccontato - mi ha preso alle spalle e scaraventata contro il muro: avevo il viso premuto con forza e mi ha colpita fino a quando non sono svenuta».
La donna, quando si è ripresa, ha chiesto aiuto a un vicino di casa che ha chiamato il 112 e il 118. Della donna si sono occupati i sanitari del Sos di Appiano Gentile, che l'hanno accompagnata in ospedale: le ferite riportate ai fianchi e al viso sono state giudicate guaribili con una prognosi di dieci giorni ed è stato escluso dagli esami che possa aver subito altro genere di violenza. Rimane, ovviamente, lo choc di carattere psicologico per una vicenda del genere.
I carabinieri, oltre a raccogliere la testimonianza della donna, hanno effettuato il sopralluogo alla ricerca di tracce utili per le indagini. Gli inquirenti scartano la pista di un'aggressione a scopo di rapina in quanto non è stato portato via nulla dal garage.

f.angelini

© riproduzione riservata