Mercoledì 16 Febbraio 2011

Torno, ladro in municipio
messo in fuga dallo stradino

TORNO - Dopo aver sfondato una finestra e tre porte, si era messo al "lavoro" con il flessibile per aprire la cassaforte del municipio ma non aveva fatto i conti con lo stradino comunale, entrato alle 4,45 per timbrare il cartellino nel giorno di ritiro della nettezza urbana.
Il ladro, una volta sorpreso, è fuggito dalla finestra da dove era entrato, lo stradino ha anche tentato di inseguirlo ma dopo alcuni metri ha perso le sue tracce.
«Mi hanno telefonato qualche minuto prima delle 5 - racconta il sindaco di Torno, Giovanni Sala - sono andato subito in Comune ma ormai il ladro era scappato: i carabinieri di Como sono giunti dopo pochi minuti e poi è giunto il maresciallo della caserma di Pognana Lario per effettuare il sopralluogo e sentire la testimonianza del nostro dipendente».
Alla fin dei conti, il bottino racimolato dal ladro è poverissimo, al massimo 150-200 euro, più ingenti sono invece i danni provocati: una finestra e tre porte danneggiate, per una spesa per sostituirle che si aggirerà sui 2mila euro. Il fatto che il ladro fosse "armato" di flessibile e stesse cercando di aprire la cassaforte è un particolare che esclude a priori l'ipotesi che si sia trattato del colpo tentato da un ladro improvvisato, magari di un tossicodipendente in cerca di denaro facile.

g.devita

© riproduzione riservata