Sabato 19 Febbraio 2011

Cantù, ecco gli affitti
degli immobili comunali

CANTU' Affitti aumentati, per gli immobili comunali, nessuno escluso. Neppure la Lega, che Cantù la governa da vent'anni ha avuto sconti, e s'è vista quasi raddoppiare il canone di locazione della sede in viale Madonna, arrivando a 4.000 euro annui. E ch'è chi, la Nuova scuola di musica, ha lanciato un grido d'allarme, perché con la nuova pigione – 16.000 euro – c'è da faticare a far quadrare i conti. La politica tracciata dall'assessore Maurizio Farano ha affidato un ruolo importante al patrimonio immobiliare comunale. «L'abbiamo valorizzato – dice – cercando di mettere a reddito gli spazi non utilizzati per erogare servizi e trovando accordi con le associazioni per il miglior utilizzo possibile degli altri». In effetti le vendite all'asta di beni comunali andate a buon fine hanno garantito una boccata d'ossigeno. E l'intenzione è proseguire la collaborazione con i sodalizi: «Ci sono immobili comunali – prosegue Farano – che necessitano di lavori di manutenzione o di essere completati. L'intenzione è trovare accordi con associazioni in cerca di spazi che potrebbero sostenere queste spese in cambio dell'abbuono, per un certo periodo di tempo, del canone d'affitto». Il che permetterebbe poi al Comune di tornarne in possesso in condizioni ottimali.
I canoni di locazione incassati per gli immobili di proprietà comunale, oggi, ammontano a circa 125.000 euro annui. La cifra più sostanziosa – 42.282 euro – proviene dall'affitto di cinque negozi, un paio di in via Ariberto, un paio in piazza Garibaldi e uno in via Alciato. A seguire la caserma dei carabinieri con 26.587 euro e poi un terreno a Cascina Amata, in via Leopardi, concesso alla Telecom per 21.520 euro annui. Quindi il dispensario farmaceutico di Cascina Amata, gestito da Canturina servizi, 6.200 euro, e la Nuova scuola di musica di via Pontida con 5.958 euro. Con il rinnovo della convenzione l'affitto è passato a 16.000 euro annui, per il 2011 ridotti a circa 6.000 in cambio dell'organizzazione di una serie di concerti per Cantù estate. La Lega Nord, appunto, per la sua sede in viale Madonna paga 4.000 euro, mentre il partito socialista per lo spazio in Sala Somaini – condiviso con l'Associazione nazionale carabinieri – 657. I canoni, in ogni caso, sono stabiliti in base ai valori fissati dall'Ufficio delle entrate. Per l' ufficio di Cascina Amata Poste Italiane paga 3.339 euro, mentre Canturina servizi 1.032 per l'area di via Gandhi, deposito di tubazioni. E poi le associazioni: l'Avis – 3.966 euro in via Alciato, 997 la sezione di Vighizzolo al centro civico in coabitazione con la Giuseppe Verdi – il Cai 1.800 euro a Villa Argenti, l'Afa 1.684 euro in viale Madonna. Tutta artistica Corte San Rocco: il Comitato promozione del merletto (1.220 euro), il Gruppo arte e cultura (735), gli Amici dei musei (735).

m.butti

© riproduzione riservata