Sabato 19 Febbraio 2011

Amministrative a Inverigo:
Riboldi candidato del centrodestra

INVERIGO – Squadra che ha vinto non si cambia né si divide. E come già annunciato nei mesi scorsi, il nome del prossimo candidato sindaco per il centrodestra unito è uscito proprio dalla squadra attuale, dalla giunta, ed è il nome del vicesindaco Angelo Riboldi. Il vice primo cittadino in caso di vittoria invece, sarà Francesco Vincenzi. Già da tempo si erano cominciate a fare ipotesi per il dopo Alberto Bartesaghi, visto che l'attuale sindaco non si potrà più ripresentare per vestire la fascia tricolore, esaurito il secondo mandato consecutivo. E non aveva mai fatto mistero, la maggioranza, che questo nome sarebbe uscito dal mazzo degli attuali assessori. E così, come da copione, è stato, anche se ora arriva l'ufficialità della conferma politica, dopo che le segreterie di Pdl e Lega hanno dato il via libera per proseguire l'alleanza che ha portato alla duplice riconferma di Bartesaghi. «Abbiamo le persone, abbiamo il gruppo e corriamo per vincere – dice il capogruppo pidiellino Paolo Vergani – E' stato raggiunto un accordo per continuare sulla strada percorsa finora, che in dieci anni ci ha portato a cogliere buoni risultati. Non mancano le capacità, la voglia di lavorare insieme e non ci sono mai dissapori screzi». Un quadro decisamente diverso rispetto a quello che la convivenza tra Pdl e Carroccio dà altrove. «Abbiamo colto risultati importanti – prosegue – primo fra tutti la vittoria nel caso Victory. E ancora lavoreremo per altri obiettivi, per esempio la riorganizzazione della viabilità». Anche Vincenzi, oggi assessore ai lavori pubblici – militante leghista dal 1988 – conferma la benedizione arrivata dalle segreterie provinciali per un matrimonio amministrativo che ha dato buoni frutti: «La volontà è continuare restando uniti – sottolinea – riconfermando i nostri intenti e la volontà di operare sul territorio. Senza dubbio si sono centrati obiettivi, primo fra tutti il caso Victory, e vogliamo proseguire. Gli screzi gli lasciamo ad altri». Ovvero a livello nazionale. E alle opposizioni, che proprio recentemente hanno visto la sfiducia al capogruppo di Uniti per Inverigo Enrico Tosetti da parte dei suoi per perseguire con percorsi nuovi e differenti. La vera incognita da sciogliere, semmai, resta il fatto che la Finanziaria ha imposto tagli anche nel numero dei componenti del consiglio comunale. Il che significa che dal prossimo mandato ci saranno due assessori in meno – quattro e non più sei – e via anche qualche consigliere comunale. L'attuale gruppo, insomma, non potrà essere confermato in blocco.
Angelo Riboldi, oggi vicesindaco e assessore al bilancio, è commerciante, classe 1947. Eletto per la prima volta consigliere comunale nel 1985 nelle fila della Democrazia cristiana è stato capogruppo dal 1986, poi riconfermato ininterrottamente in consiglio fino ad oggi, dal 1997 per la lista civica Governare per Inverigo, con la quale già tentò la corsa alla poltrona di sindaco. Francesco Vincenzi invece – artigiano, classe 1956 - è stato consigliere di opposizione per la lista Lega Nord Lega Lombarda dal 1997 al 2001. Si è poi presentato nel 2001 con la coalizione Forza Italia e Lega Nord per Inverigo venendo nominato assessore. Il rinnovo amministrativo è fissato per il 15 maggio e la campagna elettorale ormai scalda i motori: Enrico Tosetti è intenzionato a ripresentarsi, mentre il suo ex gruppo farà verosimilmente altrettanto dopo essere confluito in Comitato Inverigo 2021.

l.barocco

© riproduzione riservata