Martedì 22 Febbraio 2011

Rovello: rubano al bar
tre slot machine

ROVELLO PORRO Ladri iperattivi ma gentiluomini: rubano un furgone e lo riportano dopo aver messo a segno un colpo. Nella stessa notte dal bar Sole Luna di piazza Porro, sconosciuti hanno messo le mani su tre slot machine mentre ha preso il volo anche un mezzo che però è stato riconsegnato ai legittimi proprietari prima dell'alba. Il sospetto è che gli autori dei due furti siano gli stessi e che il furgoncino sia stato utilizzato dalla banda per trasportare merce di provenienza furtiva, proprio le slot rubate nel bar del centro, per poi essere nuovamente posteggiato dove era stato prelevato qualche ora prima.
«La mattina ci siamo subito accorti che qualcosa non andava – spiega Antonio Balestrini, titolare di una ditta florovivaistica, che ha messo a disposizione un'area di stazionamento per i mezzi dell'azienda Rg Scavi – una parte della rete di recinzione era, infatti, divelta; subito dopo abbiamo notato che uno dei furgoni era stato manomesso».
A confermare l'accaduto è il titolare della ditta Rg Scavi: «Abbiamo capito quel che era accaduto durante la notte soltanto la mattina seguente  - spiega  Laino Roccola - per mettere in moto uno dei furgoni i ladri avevano rotto il blocco di accensione; poi l'hanno posteggiato nuovamente all'interno dell'area dove l'avevano preso».
La banda delle slot avrebbe ritenuto più semplice riportare il furgone, piuttosto che cercare di liberarsene in qualche zona periferica del paese. Non è però del tutto da escludere anche l'ipotesi che il furgone possa essere servito per qualche altro colpo.
 Al di là delle ipotesi a svanire invece nel nulla sono state le tre macchinette del bar, collocato nel cuore del centro storico del paese, già in passato preso di mira preso di mira da ladri, che anche in precedenza sono entrai in azione per impossessarsi dei soldi contenuti nelle macchinette e dei cambiamonete. Gli intrusi hanno prima scassinato la saracinesca sul retro della gelateria - verso la zona di via Piave - per poi trafugare le slot e riuscendo infine ad allontanarsi indisturbati. Poca voglia di parlare da parte dei responsabili del pubblico esercizio, i quali si limitano a confermare l'avvenuto furto. I carabinieri della stazione di Turate hanno già aperto le indagini per cercare di far luce sulle due vicende che, al momento, appaiono direttamente collegate tra loro.

f.angelini

© riproduzione riservata