Mercoledì 23 Febbraio 2011

Deve scontare 7 anni per rapina
Arrestato in stazione a Erba

ERBA - I carabinieri stavano effettuando un normale controllo documenti alla stazione delle Nord e, quando hanno controllato la sua carta d'identità, hanno scoperto che nei suoi confronti era diventato definitivo un cumulo pena di sette anni e tre mesi per rapina.
Nicola Raza, 40 anni, di Lodrino (Brescia) è stato prima accompagnato in caserma a Erba e poi trasferito al carcere di Brescia dove dovrà trascorrere i prossimi anni: gli episodi che lo hanno portato in carcere, con la sentenza della Cassazione, sono due, rapine effettuate a Iseo e Val Vestino, in provincia di Brescia. Nel novembre del 2008, però, Raza era stato arrestato in un blitz all'alba da parte dei carabinieri bresciani che avevano eseguito l'ordine di custodia cautelare nei suoi confronti e a un suo parente. I due, secondo gli inquirenti, dall'aprile del 2007 al marzo del 2008 si erano resi responsabili di sei rapine e di una tentata rapina, messe a segno tra il Sebino, la Franciacorta e l'ovest Bresciano. A rendere possibile il loro riconoscimento era stata la visione delle telecamere a circuito chiuso delle banche che erano state prese di mira da Raza e dal suo complice.
A portare i carabinieri sulle tracce dei due rapinatori erano state le loro abitudini e cioè i luoghi dove rubavano le automobili impiegate nelle rapine, i posti in cui le abbandonavano e persino le banche scelte. Tutte vicine al luogo di residenza.
Da segnalare, infine, che Raza non ha opposto alcuna resistenza quando i carabinieri di Erba lo hanno fermato e poi arrestato alla stazione di Erba.

g.devita

© riproduzione riservata