Giovedì 24 Febbraio 2011

Carugo: volontari vigileranno
sulla sicurezza degli studenti

CARUGO Una sola adesione. A livello ufficiale, però, perché saltando gli incartamenti e le formalità burocratiche, ci sarebbero altre due persone sulle quali contare. E' questo, per il momento, il primo bilancio del reclutamento dei volontari destinati ad affiancare la polizia locale (“ridotta” a due soli agenti dai vincoli imposti alle nuove assunzioni dal patto di stabilità) in compiti precisi e limitati. Si parte da qua, cioè da un cittadino che ha rispettato i tempi e le modalità di consegna della sua adesione rispetto all'avviso pubblicato dal comandante dei vigili urbani Fabrizio Zuccon, rispondendo entro la  scadenza prevista alla chiamata che lo porterà a far parte di un gruppo destinato prettamente a sorvegliare l'entrata e l'uscita da scuola dei ragazzi cui si aggiungeranno due esponenti della Protezione civile che, in via informale, nelle scorse settimane hanno garantito la loro collaborazione. «Per quello che dobbiamo fare - commenta il sindaco Marco Melli - avere tre disponibilità è già una cosa positiva: se ne è arrivata solo una in via ufficiale, è perché la gente non è abituata a mettere nero su bianco il desiderio di impegnarsi per gli altri. In questo caso, però, non possiamo fare altrimenti perché dobbiamo provvedere a una loro mini-formazione e soprattutto a una copertura assicurativa».
Il servizio, infatti, prevede che i volontari siano muniti di una pettorina di riconoscimento: in questa prima fase, come detto, si occuperanno della sorveglianza all'esterno delle scuole che inizierà 30 minuti prima dell'orario di ingresso e terminerà mezz'ora dopo; in futuro, a seconda di come si svilupperà la sinergia, si potrebbe pensare anche a un pattugliamento del territorio solo per segnalare eventualmente delle anomalie riscontrate in paese. La giunta comunale, che ha approvato l'iniziativa per supportare i due agenti in forza al comando che da soli devono cercare di far fronte a tutte le incombenze previste nell'arco della giornata organizzata su due turni, ritiene la collaborazione con i cittadini un'interessante opportunità di «partecipare attivamente alla vita sociale e culturale della comunità».

l.barocco

© riproduzione riservata