Giovedì 24 Febbraio 2011

Maxi frode da 300 milioni
Blitz della finanza a Cantù

CANTU' L'amministratore di fatto di una società specializzata nella commercializzazione di materiali ferrosi è stato arrestato, un'altra decina di persone denunciata a piede libero dalla guardia di finanza di Como con l'accusa di aver ideato una maxi frode fiscale da 300 milioni di euro. A chiedere l'ordinanza di custodia cautelare è stato il pubblico ministero Giuseppe Rose. L'imprenditore, bergamasco, è accusato di aver annotato ed emesso fatture per operazioni inesistenti per centinaia di migliaia di euro nel settore del commercio dei metalli provenienti da scarti di lavorazione industriale, in concorso con numerosi imprenditori brianzoli. Le Fiamme Gialle hanno anche accertato che gli automezzi che, stando ai documenti fiscali, avrebbero dovuto trasportare tonnellate di rottami ferrosi, erano in realtà autoambulanze, pullman, ed in un caso addirittura un carro funebre.

p.moretti

© riproduzione riservata