Giovedì 24 Febbraio 2011

Picchia la moglie in strada a Como
Arrestato cinquantenne di Ronago

RONAGO - Nuovi guai con la giustizia per l'uomo che prima di Natale aveva dato fuoco all'abitazione della sua famiglia in via Fornace dopo la separazione con la moglie e che la settimana scorsa per questo fatto aveva patteggiato 20 mesi di reclusione.
L'uomo, 54 anni, è stato infatti arrestato a Como dagli agenti delle Volanti della questura con le accuse di violenza privata e stalking al termine di un'aggressione avvenuta in strada nei confronti della moglie e dell'avvocato di quest'ultima.
Questi i fatti: in tribunale a Como si era appena conclusa un'udienza civile volta a stabilire i termini di un provvedimento temporaneo di allontanamento dell'uomo dalla casa coniugale e dal luogo di lavoro della moglie, quando la donna e il suo avvocato si erano allontanate in auto, seguite dall'uomo. Dopo un primo tentativo fallito, il marito ha bloccato la vettura con le due donne e ha aperto la portiera, cercando di dare fuoco con l'accendino a un panno. L'uomo ha poi afferrato violentemente la moglie, cercando di estrarla dall'abitacolo in malo modo: un tira e molla che si è concluso quando l'uomo si è impossessato di una cartelletta della moglie e si è poi allontanato. Le urla di aiuto delle vittime hanno portato all'intervento di alcuni passanti prima e degli agenti della squadra volante poi, che hanno bloccato il marito.
Il cinquantenne di Ronago, una volta trasferito in Questura, è stato poi arrestato per i reati di violenza privata e stalking che gli hanno riaperto le porte del carcere Bassone.

g.devita

© riproduzione riservata