Sabato 26 Febbraio 2011

Cameriere mette in fuga
la banda delle slot

TURATE A tu per tu con la banda delle slot. E' questa la poco piacevole esperienza capitata la un dipendente dell'Hotel ristorante Re Sole sulla Varesina a Turate che ha messo in fuga i ladri.
«Il furto e i danni me li hanno comunque procurati - racconta il titolare dell'albergo - Nei videopoker dovevano esserci almeno 3mila euro mentre i danni all'ingresso del mio locale sono ancora tutti da quantificare».
Secondo quanto ricostruito dall'albergatore, che dorme nel suo hotel, i ladri hanno agito in modo veloce. «Stavo dormendo quando ho sentito il nostro cane abbaiare: è un animale tranquillo, questo fatto mi ha subito insospettito. Quando ho guardato dalla finestra, ho visto un Fiorino bianco e alcuni uomini armeggiare e ho subito pensato a un furto». Il titolare ha quindi svegliato un suo cameriere che è sceso e si è trovato di fronte i tre "topi di slot" che avevano ormai portato a termine il loro colpo. «Li ha messi in fuga - conclude il titolare - c'è stato anche un contatto fisico fra di loro, uno spintone, ma, per fortuna, niente di grave. A me non è rimasto altro che chiamare il 112 per denunciare l'accaduto e fare la conta dei danni. Mi hanno sfondato la porta in legno dell'ingresso, la stiamo ancora sistemando mentre all'interno delle slot, da quanto mi ha riferito il gestore, potevano esserci 3mila euro».
Il sopralluogo è stato effettuato dai carabinieri della caserma di Turate, impegnati anche a risalire agli autori di un altro colpo dalla dinamica praticamente identica a Rovello Porro al bar "Sole Luna". Secondo gli inquirenti la possibilità che ad agire sia stata la stessa banda è molto alta.
In quel caso si era trattato di ladri "gentiluomini": avevano rubato anche un furgone ma lo avevano riportato al proprietario dopo aver messo a segno il colpo. Al bar Sole Luna di piazza Porro, sconosciuti avevano messo le mani su tre slot machine mentre aveva preso il volo anche un mezzo che però era stato riconsegnato ai legittimi proprietari prima dell'alba.
I videopoker si confermano uno degli obiettivi preferiti dai ladri: non trascorre settimana senza che nella nostra provincia non si verifichi un furto di questo genere in bar o altri locali.

f.angelini

© riproduzione riservata