Venerdì 25 Febbraio 2011

Erba, convegno innocentista
Palmeri prende le distanze

ERBA - «Il mio sarà un saluto istituzionale ai relatori e ai partecipanti al convegno, senza nessun altro obiettivo se non quello di dare il benvenuto nella "casa" dei milanesi, cioè Palazzo Marino».
Manfredi Palmeri, presidente del consiglio comunale di Milano, intende chiarire la sua posizione riguardo alla polemica nata riguardo al fatto che una sede come Palazzo Marino ospiti domani il convegno innocentista su Rosa Bazzi e Olindo Romano dal titolo, "Anatomia di una strage. Giustizia è fatta?".
«Sono al corrente delle polemiche che sono emerse - prosegue Palmeri - nei giorni scorsi sono stato contattato da Beppe Castagna, uno dei figli di Carlo Castagna, e sono dispiaciuto per questo fraintendimento. Come ho scritto a lui stesso per chiarire, il Comune mette a disposizione la sala commissioni di Palazzo Marino per decine di incontri e convegni ritenuti meritevoli e i titoli dei relatori, avvocati e docenti universitari, non lasciano alcun dubbio su profilo più che elevato dell'iniziativa. Quel che è certo è che per noi si è trattato di concedere uno spazio per un'occasione di dibattito pubblico di alto profilo ma non c'è alcuna intenzione di effettuare un processo bis o tris, per di più in attesa ancora del giudizio della Cassazione. Da parte mia e dell'istituzione che rappresento, c'è la massima solidarietà alle famiglie delle vittime della strage di Erba, la cui memoria verrà onorata».
Al convegno saranno relatori anche giornalisti, docenti e avvocati che nei due primi gradi di giudizio, Corte d'Assise a Como e corte d'Appello a Milano, hanno sostenuto in aula, con perizie, articoli di giornale e libri la tesi innocentista nei confronti di Rosa Bazzi e Olindo Romano.

g.devita

© riproduzione riservata

Tags