Sabato 26 Febbraio 2011

Cornee, primo espianto
all'ospedale di Cantù

CANTU' Primo prelievo di cornee all'ospedale Sant'Antonio Abate. Primo, al quale ci sia augura d'ora in avanti possano seguire donazioni e successivi trapianti, che permettano di trasformare un evento doloroso come la morte in un'occasione per migliorare la vita del prossimo. L'intervento di espiantosi è concluso nella tarda mattinata di venerdì, eseguito dal chirurgo Anna Pirolo. Sono state espiantate le cornee di un uomo deceduto nella notte di giovedì all'Hospice, il reparto di cure palliative per malati terminali. A Cantù attualmente non sono presenti specialisti in oculistica, e a seguire i corsi per apprendere le tecniche per il prelievo corneale sono stati i chirurghi. «Tre di loro al momento hanno terminato la formazione alla Banca degli occhi di Monza – spiega la direttrice sanitaria Patrizia Figini – e saranno loro ora a propria volta a insegnare queste tecniche ai colleghi. L'obiettivo è formare tutti i medici di chirurgia generale, una decina in tutto, per garantire il prelievo in qualsiasi momento». Il personale medico e infermieristico era pronto, in attesa del primo donatore. E i familiari del paziente hanno fatto la propria parte generosamente, acconsentendo all'espianto.

m.butti

© riproduzione riservata