Lunedì 07 Marzo 2011

E' il Carnevale del "MedinItali"
Perticato e Cabiate in maschera

MARIANO e CABIATE In una domenica pomeriggio caratterizzato dall'esuberanza e della vivacità dei giovani, a Cabiate e a Perticato di Mariano su iniziativa dei Centri giovanili operanti nei due paesi si è svolta la tradizionale festa di carnevale con sfilate di carri allegorici e di maschere.
Un pomeriggio all'insegna del tricolore stante la scelta del tema principale delle sfilate e cioè «MedInItali», e, in particolare, a Cabiate «150° di Bel Paese», a  Perticato «Buon compleanno Italia».
Nella frazione marianese i giovani dell'oratorio San Giovanni Bosco per allestire maschere e carri allegorici hanno rivolto la loro attenzione al periodo storico compreso tra il 1930 e il 1938.
«Da qui la scelta di approntare i carri allegorici: il primo con una grande caffettiera, l'arcinota Moka, con i piccoli figuranti travestiti da chicchi di caffè, sull'altra i transistor che hanno scandito la storia non solo degli anni Trenta. Insomma un tuffo nel nostro passato con i colori di oggi, con tanta voglia di divertire e divertirci anche in un periodo che non è privo di preoccupazioni. Ma la tradizione del Carnevale ha prevalso» spiega Francesco Barni coordinatore delle iniziative predisposte dall'oratorio di Perticato che, con i genitori dei ragazzi, ha animato al termine della sfilata una serie di divertenti giochi. Festa del tricolore anche a Cabiate con un'ottantina tra bambini e adolescenti che sono sfilati per le vie del paese su tre carri allegorici dedicati ad alcuni mezzi di trasporti (500 e Vespa) cari a tanti nonni, all'elettronica e, in versione più moderna, alla disco-music.
«I partecipanti hanno indossato costumi appositamente confezionati da un gruppo di mamme che, per diverse sere, avevano lavorato nei locali dell'oratorio di via Baracca» commenta Alessandro Bernasconi coordinatore del carnevale cabiatese che, con a fianco le Associazioni in Rete, si è adoperato per far trascorrere una giornata di festa all'intera comunità. Apprezzata anche la presenza dei volontari appartenenti alle diverse associazioni presenti sul territorio. Ancora una volta protagonisti tra maschere, coriandoli e bambini festanti.

l.barocco

© riproduzione riservata