Mercoledì 09 Marzo 2011

Il Financial Times consiglia:
sul Lario affari immobiliari

ARGEGNO I prezzi delle case nelle località più esclusive d'Europa restano molto elevati, ma è ancora possibile fare buoni affari. Anche sul lago di Como. Secondo un articolo sul mercato immobiliare di lusso pubblicato dal Financial Times, chiunque abbia la pazienza di cercare un'occasione andando oltre le mete più rinomate certo non resterà deluso. L'Italia, in questo senso, non fa eccezione. Se in Toscana i veri affari si fanno ormai in Lunigiana e non più nell'inflazionato Chianti, scrive Tanya Powley, «la domanda di seconde case sul lago di Como inizia a spostarsi da Bellagio - dove i prezzi restano elevati e si paga soprattutto il prestigio della località - verso altre regioni del lago». Zone meno conosciute a livello internazionale, ma altrettanto affascinanti.
Secondo Paul Belcher, direttore dell'agenzia immobiliare londinese Ultissimo, «oggi i compratori possono trovare case a cifre competitive nelle aree di Laglio, Ossuccio, Sala Comacina, Colonno, Argegno e Dizzasco». Prezzi convenienti, dice Belcher, ma pur sempre in un mercato riservato ai milionari: un caso molto diverso da quello delle moderne villette affittate ai villeggianti inglesi tramite agenzie su internet, che molte polemiche aveva suscitato a fronte della cementificazione del lago.
L'agenzia Ultissimo, scrive il Financial Times, sta restaurando a Pigra Villa Peduzzi, gioiello Liberty edificato nel 1909 e rimasto disabitato per più di cinquant'anni: l'edificio è collocato in posizione invidiabile, ma è anche molto difficile da raggiungere con i mezzi. Eppure, Belcher scommette sulla vendita: «Al termine dei lavori verranno messi sul mercato due appartamenti vista lago con cinque camere da letto ciascuno», che costeranno rispettivamente tre milioni e novecentomila euro e quattro milioni e mezzo.
Il Financial Times non è comunque il primo giornale a promuovere il mercato immobiliare sul Lario. Lo scorso settembre, sul Daily Telegraph, Alec Lom ha spiegato come gli inglesi in cerca di una seconda casa siano sempre più interessati al lago di Como, considerato «un tranquillo paradiso>

m.butti

© riproduzione riservata