Venerdì 11 Marzo 2011

Castelnuovo, paese mobilitato
in aiuto agli sfollati

CASTELNUOVO BOZZENTE - Una sottoscrizione per aiutare la famiglia Turco, che nell'incendio della propria casa ha perso tutto. In alcuni esercizi commerciali del paese sono presenti delle cassettine per raccogliere offerte libere a favore della sfortunata coppia e del loro figlioletto, salvatisi dalle fiamme grazie al cagnolino. Dalla terribile notte di una settimana fa, quando il fuoco ha distrutto il loro appartamento in via Meriggio, sono senza casa, vestiario e il minimo indispensabile per la vita quotidiana. Nell'immediatezza del drammatico rogo era già partita una prima spontanea “gara” di solidarietà: chi ha fornito indumenti, altri i generi di prima necessità. L'amministrazione comunale si era subito attivata presso l'Aler per mettere a disposizione un alloggio (da arredare) dove la famiglia avrebbe potuto risiedere per tutta la durata dei lavori di ristrutturazione dell'appartamento devastato. Ma anche in questo la comunità si è dimostrata subito generosa: una persona del posto ha letteralmente ceduto le chiavi di casa propria, dove in questo momento non abita, alla famiglia Turco per il tempo necessario. Un gesto di solidarietà, come l'iniziativa di promuovere una raccolta fondi per contribuire alle onerose spese che la sventurata famiglia dovrà sostenere. «L'idea è partita dalle catechiste di Aron (il figlio della coppia), con l'appoggio del parroco don Angelo Colombo che, dopo averne parlato con la famiglia, ne ha dato notizia tramite avvisi e nelle messe domenicali sia a Castelnuovo che a Beregazzo con Figliaro – spiega Stefania Arrigoni, titolare del bar-trattoria Remida che ha aderito alla sottoscrizione – Considerato che la nostra clientela viene anche da fuori, abbiamo puntato su un messaggio che non urtasse la sensibilità della famiglia e arrivasse a toccare le corde anche di chi non conosce direttamente le persone coinvolte. Da qui l'idea di scrivere sulla cassettina: «Pensiamo che “certe cose” capitino sempre lontano da noi. Non è così: un incendio ha portato via tutto a una famiglia a noi vicina. Aiutiamoli a ricostruire ciò che hanno perso».

m.schiani

© riproduzione riservata