Domenica 13 Marzo 2011

Cantù, ferisce l'amico
con una lametta tra i denti

CANTU' È finito all'ospedale con tagli su una guancia e sul collo, con i medici del pronto soccorso che hanno dovuto anche dargli qualche punto di sutura. Forse per uno scherzo tanto stupido quanto pericoloso. O - più probabilmente - per una sorta di regolamento di conti.
L'episodio è avvenuto durante la serata dei Magnan, in piazza Garibaldi, ma - come anche confermato dalla polizia locale - l'aggressione non riguarda affatto la manifestazione goliardica, che non ha registrato alcun problema.
I problemi, invece, hanno riguardato un uomo di 31 anni, residente a Cantù, che è stato lo sfortunato protagonista di una singolare aggressione avvenuta venerdì sera in piazza Garibaldi. L'uomo, infatti, è stato avvicinato da un suo conoscenza, di origine marocchina, e avrebbero iniziato a chiacchierare tranquillamente. Poi l'extracomunitario, che forse aveva anche alzato un po' il gomito, ha detto al canturino: «Ti do un bacio». Così si è avvicinato, ma in bocca, stretta tra i denti, aveva una lametta, con la quale ha ferito alla guancia e al collo il trentunenne. Dopo il marocchino si è dato alla fuga di corsa, mentre il canturino ha chiamato i soccorsi, con l'intervento anche degli agenti della polizia locale di Cantù. Dapprima le ferite sembravano superficiali, ma comunque è stata inviata l'ambulanza del 118 che lo ha trasportato al pronto soccorso. I tagli, in realtà, erano più gravi del previsto, tanto che i medici hanno dovuto dare al trentunenne alcuni punti di sutura. Che però, alla fine, è tornato in piazza per i festeggiamenti. E per dimenticare in fretta l'episodio.

r.foglia

© riproduzione riservata